Certificazione EIPASS IT Security: cos’è, a cosa serve e come ottenerla - Cyber Security 360

LA GUIDA PRATICA

Certificazione EIPASS IT Security: cos’è, a cosa serve e come ottenerla

La certificazione EIPASS IT Security serve ad attestare competenze base sulla sicurezza informatica ed è valida per il riconoscimento di punteggio in ambito concorsuale, scolastico e universitario. Ecco tutti i dettagli e come ottenerla

04 Dic 2020
L
Davide Lo Prete

Analista Difesa e Sicurezza

La certificazione EIPASS IT Security è una delle principali in ambito ICT per dimostrare di avere acquisito quelle necessarie digital skills ormai sono sempre più richieste nel mondo del lavoro in cui c’è un impiego sempre maggiore di devices.

Queste capacità, lo ricordiamo, possono essere acquisite anche attraverso corsi accreditati che rilasciano certificati che dimostrano il possesso di specifiche conoscenze e competenze, come ad esempio la ECDL IT Security.

Cos’è certificazione EIPASS IT Security

L’European Informatics Passport (EIPASS) IT Security, in particolare, è un programma di certificazione che attesta il possesso delle competenze ICT, così come descritte negli standard internazionali.

Secondo quanto riportato dal sito ufficiale, l’EIPASS IT Security “certifica le competenze di utilizzo degli strumenti per proteggere il sistema ICT e la rete, l’abilità di creare strategie di prevenzione degli attacchi e la capacità di recupero dei dati. Inoltre, certifica le competenze di utilizzo sicuro dei mezzi di comunicazione online, le corrette conoscenze di comunicazione attraverso i canali social e di comunicazione online”.

La certificazione EIPASS IT Security, in particolare, è rivolta a studenti, impiegati, docenti e a chiunque utilizzi gli strumenti ICT per lavoro, studio e formazione.

A cosa serve la certificazione EIPASS IT Security

Per ottenere la certificazione si devono superare tre moduli di esame. Il primo è incentrato sulla sicurezza informatica; il secondo approfondisce la privacy e la sicurezza dei dati e il terzo fornisce una conoscenza degli strumenti per la tutela in rete.

Il primo modulo sulla sicurezza informatica

Il modulo sulla sicurezza informatica attesta che il candidato conosce i concetti base della sicurezza informatica, sa distinguere i principali tipi di malware e sa proteggere i dispositivi e i propri dati da essi, sapendo eseguire backup per poi recuperare i dati. Inoltre, il modulo certifica che il candidato sa utilizzare in sicurezza la posta elettronica e sa come navigare online in modo sicuro.

Il modulo è composto, a sua volta, da sei diverse sezioni.

La prima sezione, incentrata sulle definizioni, permette di comprendere l’importanza dell’IT Security e i concetti di crimine informatico e ingegneria sociale. Il candidato è, quindi, in grado di riconoscere e attuare misure di sicurezza quali l’autenticazione a due fattori e l’utilizzo dell’OTP.

WHITEPAPER
Quali sono stati i casi di cybercrime più aggressivi degli ultimi anni? Scoprilo nel white paper
Cybersecurity

La seconda sezione è dedicata ai malware. Essa mira a fornire conoscenze sui malware più diffusi (virus, worm, spyware ecc.) e sui principali strumenti di difesa, nonché sull’importanza degli aggiornamenti e delle scansioni.

La terza sezione è interamente dedicata alla sicurezza delle reti e permette di saper gestire in modo sicuro i dati, saperli “backuppare” e recuperare, conoscere le principali reti informatiche (LAN, WAN, MAN) e i protocolli più utilizzati per proteggere le reti wireless.

La quarta sezione, invece, permette di conoscere i principali strumenti per navigare in sicurezza. Essa fornisce competenze sull’utilizzo delle password e la gestione dei cookie; approfondisce l’utilizzo di strumenti forniti da Chrome, quali la navigazione in incognito e Smart Lock; infine, il candidato acquisisce una panoramica sui principali strumenti di filtraggio dei contenuti quali Homeguard Activity Monitor e Qustodio Free.

Nel primo modulo, poi, si acquisiscono competenze legate alla sicurezza nella comunicazione online. Si apprende come utilizzare i principali software di crittografia, quali ProtonMail, Secure Gmail e via dicendo. Il candidato approfondisce la conoscenza delle maggiori vulnerabilità della posta elettronica, quale ad esempio il phishing e i impara i metodi di segnalazione di e-mail fraudolente. Inoltre, grazie questa sezione, il candidato saprà riconoscere e gestire i possibili rischi derivanti dall’utilizzo di blog e social network.

L’ultima sezione del modulo, la sesta, è dedicata alla sicurezza dei dati. Il candidato impara a gestire in modo sicuro i dati sul PC, apprendendo la differenza tra i tipi principali di storage (NAS, DAS, SAN) e imparando ad effettuare il backup manuale. Infine, la sezione fornisce la conoscenza delle modalità di eliminazione definitiva dei file e di ripristino di sistema su Windows 10 e su Mac.

Il secondo modulo su privacy e sicurezza dei dati

Il secondo modulo è dedicato alla privacy e alla sicurezza dei dati. Il modulo fornisce le competenze necessarie per occuparsi della gestione dei dati in modo conforme alla normativa sulla privacy. Le sezioni di questo modulo sono tre: il diritto alla riservatezza, le misure di sicurezza informatica e la sicurezza dei dati.

Attraverso la prima sezione, il candidato approfondisce la normativa europea sulla privacy e identifica i principali pericoli che possono colpire le aziende e i cittadini.

La seconda sezione, invece, ha un carattere più pragmatico. Essa, infatti, fornisce le competenze per adottare le misure di sicurezza connesse alla protezione dei dati e alla riservatezza, in linea con il regolamento UE sulla privacy. Inoltre, essa permette di comprendere come eseguire l’analisi di rischio connessa all’utilizzo dei dati personali.

La terza sezione fornisce conoscenze sullo storage e competenze sulle operazioni di backup e ripristino dei dati.

Il terzo modulo su navigazione Web e posta elettronica

Attraverso il terzo modulo, infine, il candidato impara a utilizzare gli strumenti per navigare online e utilizzare la posta elettronica in modo sicuro.

La prima sezione fornisce competenze per l’utilizzo del Parental Control su Windows e sul Mac, per bloccare l’accesso a siti non adatti a bambini.

La seconda sezione, invece, è incentrata sui social network. In particolare, essa fornisce gli strumenti per adottare le misure di tutela per prevenire e contrastare i pericoli sulla rete.

Come si ottiene la certificazione EIPASS IT Security

Per ottenere la certificazione EIPASS IT Security è necessario recarsi presso un Ei-Center, muniti della Ei-Card, e sostenere l’esame, o, in alternativa frequentare un corso online. La Ei-Card viene rilasciata al candidato una volta completata l’iscrizione al percorso d’esame.

L’esame, invece, è composto da 90 domande (30 per ogni modulo); per superare ogni modulo è necessario rispondere correttamente ad almeno il 75% delle domande.

Per preparare l’esame, è possibile seguire un corso online, a cui è possibile iscriversi dal sito dell’EIPASS, che prevede anche il rilascio dell’attestato formato elettronico. Il corso offre una serie di vantaggi, quali la possibilità di effettuare esercitazioni online illimitate, video on demand e dispense sempre a disposizione.

WHITEPAPER
Come vendere un maggior numero di soluzioni di data protection?
Sicurezza
Backup

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4