Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ESPERTO RISPONDE

Assicurare l’azienda contro il rischio cyber: esistono condizioni pregiudizievoli?

04 Lug 2019
Cesare Burei

Broker e consulente assicurativo


DOMANDA

Vorrei assicurare la mia azienda contro il rischio cyber. Esistono condizioni pregiudizievoli ai fini della assicurabilità cyber?

RISPOSTA

La valutazione di assumibilità o meno del rischio da parte di una compagnia, nonché la quotazione della rispettiva copertura assicurativa, avviene sempre tramite la compilazione di un questionario, preceduta da una opportuna valutazione del rischio da parte del partner assicurativo.

C’è da dire, però, che non esiste un questionario “normalizzato” in ambito cyber. Ogni polizza/compagnia di assicurazioni ha contratti e quindi questionari diversi (per definizioni, garanzie offerte ed esclusioni).

È inoltre importante sottolineare che può essere non assicurabile o assicurabile con premi più onerosi, una azienda che dichiari di:

  • operare in settori e paesi considerati critici (Bank&Finance, Health, Usa e Canada);
  • non avere un sistema di backup dei dati e dei sistemi infrastrutturali verificato con certe frequenze;
  • avere subito già dei sinistri con o senza impatto economico;
  • non avere implementato un sistema di compliance al GDPR;
  • non avere implementato procedure e soluzioni di Disaster Recovery e Business Continuity.

Mandate i vostri quesiti ai nostri esperti

Quesiti cyber insurance: CyR@margas.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4