L'approfondimento

Le previsioni sulla cyber security per il 2023: come proteggersi da attacchi più mirati

Cybercrime-as-a-service, money mule e attacchi ai mondi virtuali come il metaverso. Ecco le previzioni sulle nuove minacce per l’anno nuovo e i consigli per difendersi

Pubblicato il 30 Nov 2022

Mirella Castigli

Giornalista

Dicembre è tempo di bilanci, come le previsioni sulla cybersecurity per il 2023.

“Occorre focalizzarsi sulle persone, il veicolo d’attacco principale”, commenta Luca Bechelli, Information & Cyber Security partner di P4I. Ecco come proteggersi da attacchi sempre più mirati, nuove sfide al metaverso e affermazione del cybercrime-as-a-service.

Previsioni sulla cyber security per il 2023

Netskope e Fortinet hanno espresso le loro previsioni in tema di cyber security per il 2023.

Secondo le società di sicurezza, nel 2023 assisteremo a un’evoluzione del cybercrime à la carte secondo un modello “as-a-service” e sfide o attacchi ai mondi virtuali.

WHITEPAPER
Cloud pubblico: ecco la strada verso una maggiore sicurezza, scopri di più!
Cloud
ERP

Visioni e tendenze di Netskope

Gli esperti di Netskope hanno fatto una suddivisione tra previsioni visionarie, cioè potenziali rischi per il prossimo anno, e argomenti di tendenza, previsioni su temi già emersi quest’anno ma in evoluzione nel 2023.

Partiamo dalle previsioni visionarie. Secondo Neil Thacker, Ciso, EMEA, le organizzazioni devono prepararsi per un mondo quantistico nel 2023, come le sfide della crittografia post-quantistica.

L’analisi omnidirezionale dei rischi per la visibilità della supply chain farà emergere nuovi rischi, secondo Nate Smolenski, CISO, Head of Cyber Intelligence Strategy.

Nel 2023, o nel ’24 per motivi di budget, assisteremo all’ascesa del “confidential computing” nella protezione di dati. Secondo David Fairman, CSO APAC, servirà ad eseguire applicazioni sensibili in ambienti sicuri per impedire l’accesso non autorizzato.

I cyber criminali continuano a ottenere vantaggi nell’abuso di OAuth nei loro attacchi alle credenziali. Ma nel 2023, secondo Jenko Hwong, Principal Engineer, Netskope Threat Labs, andranno oltre il semplice phishing e inizieranno a comprendere attacchi brute force, furti di token e attacchi SSO (Single Sign-on).

Nel 2023 cambierà la percezione verso il metaverso industriale. Componenti chiave come il digital shop floor (la rappresentazione digitale della fabbrica e dei suoi processi, usata in modo intercambiabile come “gemello digitale”) in combinazione con l’automazione della supply chain e l’ottimizzazione attraverso modelli di intelligenza artificiale e machine learning, verranno visti nella loro dimensione reale, portando con sé nuove sfide di sicurezza informatica, secondo Ilona Simpson, Chief Information Officer, EMEA.

Gli argomenti di tendenza, invece, saranno:

  1. l’incertezza economica confermerà il modello “as-a-service”;
  2. aumento di phishing e truffe sui social;
  3. maggiore presenza della security nel board in seguito ai regolamenti sulla divulgazione degli incidenti di cybersecurity;
  4. piani quantificati di riduzione del rischio;
  5. burnout e salute mentale acquisiranno maggiore priorità.

La sfera di cristallo di Fortinet

L’anno prossimo si espanderà il cybercrime-as-a-service, sull’onda del successo nell’uso del ransomware-as-a-service (RaaS). Sul Dark Web aumenteranno i vettori di attacco as-a-service, in un mondo di malware-as-a-service e nuovi servizi “à la carte” per sferrare attacchi sempre più mirati.

Secondo Fortinet, il riciclaggio di denaro si trasformerà in Money Laundering-as-a-Service (LaaS), dove i money mule, consapevolmente o meno, contribuiranno al riciclaggio di denaro. Il trasferimento di denaro avverrà in genere tramite servizi di bonifico bancario anonimo o scambi di criptovalute. Il machine learning (ML) agevolerà il reclutamento, aiutando ad identificare meglio i potenziali muli e tagliando i tempi necessari reclutare.

Le città e i mondi virtuali aprono a nuove superfici di attacco per il cyber crimine. Il metaverso rappresenta un territorio inesplorato. L’avatar di un individuo, con tutte le informazioni di identificazione personale (PII – personally identifiable information), diventa un bersaglio per gli attaccanti.

Il ritorno di Wiper nel 2022 porta nuove varianti: la commoditizzazione del malware di tipo disk-wiping è allarmante perché potrebbe essere solo l’inizio di qualcosa di più distruttivo.

L’uso di inline sandboxing con AI aiuta a proteggersi dalle minacce ransomware e dai malware più sofisticati. Protegge in tempo reale contro gli attacchi in evoluzione, assicurando che gli endpoint, integrati con una piattaforma di sicurezza informatica, ricevano solo i file benigni.

Claroty: focus sugli ambienti industriali

Negli ultimi anni è aumentata l’interconnessione tra risorse fisiche e digitali. Nel 2023 questo scenario diventerà più critico, soprattutto negli ambienti industriali, dove l’interruzione delle attività comporta ingenti danni sia economici che sociali.

Nel 2023 i responsabili della cybersecurity dovranno rivedere il proprio perimetro di rete ed implementare misure di sicurezza adeguate ai nuovi rischi. Il modello di sicurezza Zero trust è strategico: risponde alle nuove esigenze di protezione, per cui niente, interno o esterno al perimetro aziendale, deve considerarsi sicuro in automatico. Il framework Zero Trust vede l’identità svolgere un ruolo fondamentale, in quanto le aziende devono assicurare che solo gli utenti e i dispositivi autorizzati possano accedere alle applicazioni, ai sistemi di controllo e ai dati.

Le aziende di molti settori puntano sulla convergenza fra i loro sistemi OT e IT, oltre a connettere dispositivi Internet of Things (IoT) e Internet of Medical Things (IoMT) alle reti aziendali senza segmentazione delle policy basata sulle risorse. Sono dispositivi cyber-fisici non sempre progettati pensando alla sicurezza. Dunque possono presentare vulnerabilità che i criminali possono sfruttare a proprio vantaggio.

“Dovrebbe essere obbligatorio”, commenta Domenico Dominoni, Director of Sales South Europe di Claroty, “che le aziende dispongano di procedure di patching per sistemi OT, dispositivi IoT e dispositivi IoMT. Inoltre, le normative devono imporre la segmentazione della rete con criteri di rete di asset class per limitare la connettività non necessaria: ciò limiterà l’accesso di malware, mitigando l’impatto degli attacchi informatici”.

Come proteggersi nel 2023

Fattore umano, applicazioni e protezione del dato sono tre priorità secondo Luca Bechelli, Information & Cyber Security partner di P4I.

“Una priorità è adottare pratiche non solo formative”, spiega Luca Bechelli, “ma anche di esercitazioni, come le attività di test di phishing, svolte con regolarità. Ormai sono un’attività di routine”.

In secondo luogo, “bisogna lavorare molto di più sugli ambiti meno presidiati ovvero quelli applicativi”, mette in guardia Bechelli: “La sicurezza delle applicazioni, dopo che il target degli attacchi degli ultimi anni sono stati aspetti infrastrutturali, sistemi operativi. Le applicazioni richiedevano uno sforzo più impegnativo da parte degli attaccanti. Ma gli aggressori hanno industrializzato qualunque cosa, dunque si stanno focalizzando su questo obiettivo in modo significativo. Dunque è molto importante lavorare molto di più in questo perimetro”.

“Gli attacchi di tipo ransomware ormai cifrano, mentre esfiltrano il dato. La protezione del dato è dunque un’altra priorità”, mette ancora in evidenza Luca Bechelli: “Cifratura non dei dischi – dei Pc e server -, ma cifratura più sofisticata che raggiunga i dati nel database. Una cifratura di natura applicativa ormai è una strada da prendere in forte considerazione soprattutto nel perimetro dei dati non strutturati: tutti i file e documenti che le aziende hanno nei loro file server che contengono i dati strategici, dalle email ai documenti fino ai fogli Excel. Sono i dati che troviamo nelle applicazioni, ma poi circolano e non possiamo più permettere che vadano in giro in chiaro”.

Questi dati aziendali devono essere protetti con meccanismi di cifratura ormai user-friendly (non più complessi ed “esoterici”, ndr) e alla portata di tutti”, conclude l’analista di P4I.

WHITEPAPER
Le strategie che fanno bene al business e alla cyber security
Sicurezza
Cybersecurity
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5