Scenari

Così l’intelligenza artificiale sta rivoluzionando la cyber security

Nell’intersezione tra questi due settori si consuma una rivoluzione epocale nell’innovazione tecnologica. Che promette di ridefinire le basi stesse della sicurezza digitale. Un mercato che varrà 133,8 miliardi di dollari entro il 2030

Pubblicato il 25 Set 2023

Federica Maria Rita Livelli

Business Continuity & Risk Management Consultant, BCI Cyber Resilience Committee Member, CLUSIT Scientific Committee Member, BeDisruptive Training Center Director, ENIA Comitato Scientifico

Integrazione dell'AI in azienda

In un’epoca in cui il panorama tecnologico è in costante evoluzione e definisce la nostra esistenza, l’integrazione tra intelligenza artificiale (AI) e cyber security sta diventando sempre più rilevante nell’ambito dell’innovazione.

Questi due settori, che un tempo erano separati, si stanno ora incontrando e intersecando in modi che promettono di ridefinire le basi stesse della sicurezza digitale.

L’IA rivoluziona la cyber security

La convergenza tra Intelligenza Artificiale (IA) e cyber security è diventata essenziale nel settore in continua evoluzione. L’adozione di strumenti e tecniche basate sull’IA nella cyber security non è più solo una strategia opzionale, ma una necessità per contrastare l’aumento della sofisticazione degli attacchi informatici.

Le organizzazioni che comprendono il potenziale di questa convergenza e affrontano le sfide legate alle competenze saranno in grado di navigare con fiducia in questo scenario in continua mutazione.

Inoltre, secondo Acumen Research and Consulting, una società leader indiana nel settore delle indagini di mercato e consulenza, il mercato globale dei prodotti di cyber security basati sull’IA raggiungerà la notevole cifra di 133,8 miliardi di dollari entro il 2030.

Se il crimine diventa digitale e scaltro, la soluzione si chiama formazione

Di seguito, una panoramica di come l’Intelligenza Artificiale (IA) stia modellando il campo della cyber security e contribuendo a proteggere la frontiera digitale.

  1. Rilevamento e prevenzione delle minacce – I sistemi basati sull’IA possono analizzare grandi quantità di dati, identificare modelli e rilevare anomalie in tempo reale. Inoltre, l’IA, sfruttando gli algoritmi di Machine Learning (ML), può rilevare minacce note e identificare nuovi e sofisticati vettori di attacco che i sistemi tradizionali basati su regole potrebbero non cogliere. L’IA può anche identificare in modo proattivo le vulnerabilità nelle reti e nei sistemi, consentendo alle organizzazioni di correggerle prima che possano essere sfruttate.
  2. Analisi del comportamento – L’IA può monitorare e analizzare il comportamento degli utenti, il traffico di rete e i registri di sistema per identificare modelli insoliti o attività sospette. Gli algoritmi di IA, stabilendo linee di base e comprendendo il comportamento normale, possono identificare le deviazioni e inviare avvisi quando vengono rilevate potenziali minacce. Ciò aiuta a rilevare minacce interne, infezioni malware o tentativi di accesso non autorizzati.
  3. Risposta automatizzata e mitigazione – L’IA può consentire risposte automatizzate agli incidenti di cyber security, riducendo i tempi di risposta e minimizzando l’impatto degli attacchi. I sistemi di IA, ad esempio, possono bloccare autonomamente indirizzi IP sospetti, mettere in quarantena dispositivi infetti o avviare procedure di risposta agli incidenti sulla base di regole e policy predefinite. Ciò consente alle organizzazioni di rispondere in modo rapido ed efficace per mitigare le minacce.
  4. Intelligence e analisi sulle minacce – L’IA può aiutare a raccogliere, analizzare e correlare grandi volumi di dati di intelligence sulle minacce provenienti da varie fonti, tra cui blog sulla sicurezza, forum, social media e dark web. Inoltre, gli algoritmi di IA possono identificare le minacce emergenti, analizzare i modelli di attacco e fornire informazioni utili ai team di sicurezza. Ciò aiuta nell’identificazione proattiva delle minacce, nella valutazione delle vulnerabilità e nello sviluppo di solide strategie di difesa.
  5. Machine learning contradditorio – Il machine learning contraddittorio implica l’utilizzo dell’IA per identificare e difendersi dagli attacchi che prendono di mira gli stessi modelli di machine learning. Di fatto, gli avversari possono tentare di manipolare o eludere il rilevamento sfruttando le vulnerabilità negli algoritmi di IA. Le tecniche di IA, quali l’addestramento al contraddittorio e il rilevamento delle anomalie, possono aiutare a rilevare e mitigare questi attacchi, garantendo l’integrità e l’affidabilità dei sistemi di sicurezza basati sull’IA.
  6. Autenticazione e controllo degli accessi migliorati – L’IA può rafforzare i meccanismi di autenticazione utilizzando la biometria, il riconoscimento facciale, il riconoscimento vocale e l’analisi comportamentale. Queste tecniche fungono da supporto alla verifica delle identità degli utenti in modo più accurato, riducendo il rischio di accesso non autorizzato o compromissione dell’account. Inoltre, i sistemi di controllo degli accessi basati sull’IA possono anche adattarsi e apprendere dai comportamenti degli utenti per rilevare attività sospette e prevenire tentativi di accesso non autorizzati.
  7. Automazione e orchestrazione della sicurezza – L’IA può automatizzare le attività e i flussi di lavoro di sicurezza di routine, consentendo agli analisti umani di concentrarsi su attività più complesse e strategiche. Le piattaforme di orchestrazione della sicurezza basate sull’IA possono integrare vari strumenti di sicurezza, semplificare i processi di risposta agli incidenti e fornire visibilità centralizzata sulle operazioni di sicurezza. Ciò migliora l’efficienza, riduce i tempi di risposta e migliora la posizione complessiva della cyber security.

Vantaggi dell’IA nella cyber security

L’integrazione dell’IA nella cyber security offre diversi vantaggi e, precisamente:

  1. Protezione avanzata contro attacchi informatici e violazioni dei dati
  2. Miglioramento del rilevamento e della risposta alle minacce
  3. Ridotta dipendenza dall’intervento umano
  4. Tempi di ripristino più rapidi dopo una violazione
  5. Conformità semplificata ai requisiti normativi

Questi vantaggi possono aiutare le organizzazioni a mantenere la continuità aziendale e rafforzare la propria reputazione, favorendo la fiducia tra clienti, parti interessate e dipendenti.

Rischi di sicurezza dei sistemi di intelligenza artificiale generativa: l’impatto nel mondo cyber

Le sfide dell’IA nella cyber security

Nonostante i suoi potenziali vantaggi, l’IA presenta alcune sfide nel campo della cyber security e, precisamente:

  1. Minacce in evoluzione – Uno degli aspetti più problematici della cyber security è la natura in continua evoluzione dei rischi per la sicurezza. Man mano che emergono nuove tecnologie e gli aggressori sviluppano nuove tecniche, tenere il passo con questi cambiamenti e aggiornare le pratiche di sicurezza può essere difficile.
  2. Gestione dati – Le organizzazioni raccolgono grandi quantità di dati, molti dei quali sono sensibili o riservati. Questi dati possono essere presi di mira dai criminali informatici che cercano di rubare informazioni di identificazione personale (Personal Identification Information -PII), portando a potenziali violazioni e perdita di fiducia dei clienti.
  3. Carenza di forza lavoro e divario di competenze – Esiste una significativa carenza di professionisti qualificati della cyber security, con un divario di forza lavoro stimato di 3,4 milioni. Questa carenza rende difficile per le organizzazioni dotare adeguatamente il personale e rispondere agli incidenti, evidenziando ulteriormente la necessità di soluzioni basate sull’IA.
  4. Attacchi alla catena di fornitura e rischi di terze parti – Anche se un’organizzazione dispone di solide misure di cyber security, le vulnerabilità possono essere introdotte attraverso partner, fornitori e venditori di terze parti. Affrontare questi rischi è fondamentale per mantenere una strategia di sicurezza globale.

Bilanciare l’innovazione con la gestione del rischio

Per sfruttare appieno il potenziale dell’IA nella cyber security, le organizzazioni devono trovare un equilibrio tra l’adozione dell’innovazione e la gestione dei rischi. Ciò può essere ottenuto attraverso le seguenti strategie:

  1. Implementare una forte strategia di cyber security – Una forte strategia di cyber security è essenziale per proteggersi da attacchi dannosi e salvaguardare i dati sensibili. Urge una strategia completa per coprire tutti gli aspetti dei sistemi e dei processi dell’organizzazione e continuamente aggiornata per rimanere al passo con l’evoluzione delle minacce.
  2. Investire in soluzioni di sicurezza basate sull’IA – Le organizzazioni dovrebbero investire in soluzioni di sicurezza basate sull’IA in grado di rilevare e rispondere alle minacce in modo più efficace rispetto ai metodi tradizionali. Di fatto, automatizzando determinate attività, queste soluzioni possono migliorare l’efficienza e liberare risorse umane per attività più complesse.
  3. Formazione e istruzione – Una formazione regolare sulla consapevolezza della sicurezza è necessaria per tutti i dipendenti, poiché svolgono un ruolo cruciale nel mantenimento della posizione di cyber security di un’organizzazione. I dipendenti, rimanendo informati sulle minacce attuali e sulle migliori pratiche, possono proteggere meglio se stessi e l’organizzazione.
  4. Collaborazione con partner del settore – Lavorare con partner del settore, condividere informazioni sulle minacce e collaborare sulle soluzioni può aiutare le organizzazioni a stare al passo con le minacce informatiche. Di fatto, le organizzazioni, mettendo in comune risorse e conoscenze, l possono proteggersi meglio e mitigare l’impatto degli attacchi informatici.
  5. Monitoraggio e valutazione delle soluzioni basate sull’IA – Le organizzazioni dovrebbero monitorare e valutare continuamente l’efficacia delle loro soluzioni di cyber security basate sull’IA. Ciò include la revisione delle prestazioni degli algoritmi di IA, la garanzia che siano aggiornati e l’identificazione di potenziali vulnerabilità.

Le organizzazioni, restando al passo con questi sviluppi e adottando un approccio equilibrato in termini di IA e di cyber security, potranno raccogliere i benefici dell’innovazione gestendo, al tempo stesso, efficacemente i rischi.

Soluzioni di cyber security: in un sondaggio le prospettive 2023

Conclusione

L’integrazione dell’IA nella cyber security rappresenta una rivoluzione nel campo della sicurezza digitale, offrendo alle organizzazioni l’opportunità di potenziare le proprie difese contro le minacce informatiche sempre più frequenti. L’IA, con la sua capacità di analisi precisa e prontezza nel rispondere alle nuove sfide, si rivela una forza trasformativa nella lotta contro i criminali informatici.

Si tratta, altresì, di tenere in considerazione l’importanza di trovare un equilibrio tra le capacità dell’IA e le competenze umane per costruire sistemi di difesa robusti, adattivi ed etici. Ovvero, è fondamentale bilanciare attentamente l’innovazione con la gestione del rischio, in modo da essere preparati ad affrontare le sfide delle minacce in evoluzione e delle tecnologie emergenti.

Considerando che la tecnologia dell’IA sta continuamente avanzando, è di fondamentale importanza che organizzazioni e governi investano nella ricerca e nello sviluppo per sfruttarne il potenziale e migliorare le misure di cyber security, al fine di ridurre i rischi associati al suo uso improprio. Inoltre, la collaborazione tra esperti di IA e cyber security è più che mai essenziale per garantire un panorama digitale sicuro e resiliente di fronte alle minacce in costante evoluzione.

Va sottolineato che non esiste una soluzione miracolosa per proteggere l’infrastruttura digitale, ma un approccio multilivello che combini competenze umane e tecnologie all’avanguardia come l’IA è quanto mai strategico per adottare pratiche di cyber security efficaci.

In conclusione, nonostante le sfide da affrontare, l’adozione di soluzioni basate sull’IA può migliorare significativamente la capacità di rilevare, prevenire e rispondere all’evoluzione dei rischi informatici.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 5