MALWARE ZERO-CLICK

Reign, lo spyware simile a Pegasus che spaventa il mondo. E gli USA corrono ai ripari

La scoperta del nuovo spyware Reign, molto simile al famigerato Pegasus, rappresenta una grave minaccia che ha spinto il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden a emettere un ordine esecutivo per interrompere l’uso di strumenti di cyber spionaggio commerciali. Ecco i timori per la nuova ondata di attacchi zero-click

Pubblicato il 24 Apr 2023

V
Maria Beatrice Versaci

Analyst, Hermes Bay

Negli ultimi giorni, un gruppo di ricercatori del Citizen Lab dell’Università di Toronto ha portato alla luce uno spyware chiamato Reign, in grado di lanciare una tipologia di attacco definita “zero click”.

Questi attacchi hanno iniziato a diffondersi a partire dal 2015. Si tratta di operazioni sofisticate, che tendono a lasciare pochissime tracce. La loro particolarità consiste nel fatto che la vittima non deve compiere nessuna azione, come per esempio cliccare su un link o aprire un messaggio, perché il suo dispositivo venga infettato.

Così le armi cyber hanno stravolto le relazioni tra gli Stati

Cosa sono i malware zero-click

I malware zero-click agiscono sfruttando le vulnerabilità zero day, ossia quelle vulnerabilità dei software che gli aggressori scoprono prima del produttore. L’attacco viene perpetrato, quindi, prima che venga rilasciata una patch, aumentando la probabilità di riuscita.

WHITEPAPER
La GenAI entra in fabbrica: novità e strategie per il successo dell'azienda
Realtà virtuale
Robotica

Una volta che il sistema è stato compromesso, un utente malintenzionato potrebbe installare un software di sorveglianza (spyware) oppure criptare i file e chiedere un riscatto.

Gli utenti possono fare ben poco per proteggersi da questo genere di malware. Le vittime, infatti non sono in grado di determinate quando e come sono state infettate da un attacco zero-click.

Proteggersi da operazioni di questo tipo, inoltre, è quasi impossibile, anche se mettere in atto tutte le misure di sicurezza, come utilizzare password complesse, criptare i dati e aggiornare periodicamente i dispositivi, è comunque d’aiuto.

Ulteriori misure che possono essere messe in atto per limitare l’impatto degli spyware sarebbero conservare la minima quantità possibile di informazioni sul proprio telefono e lasciarlo fuori dalla stanza quando si hanno conversazioni delicate.

Tenendo presente, però, che questo tipo di attacchi interessa soprattutto obiettivi di alto profilo.

Uno degli spyware più noti diffuso con modalità zero-click è Pegasus, sviluppato dalla startup israeliana NSO Group, che è stato utilizzato per monitorare giornalisti e attivisti, ma anche dirigenti aziendali.

Un altro software di hacking di questo tipo è Predator, che a novembre 2022 è stato al centro di uno scandalo riguardante intercettazioni di politici in Grecia. Predator sarebbe in grado di accedere a messaggi, chiamate, foto e password, e avrebbe la capacità di nascondere alcune app. Sarebbe anche in grado di aprire la fotocamera e il microfono del telefono, trasformandolo in uno strumento di sorveglianza, anch’esso senza necessità di intervento da parte dell’utente.

La minaccia rappresentata dallo spyware Reign

L’obiettivo di un attacco zero-click può essere uno smartphone, un computer desktop o persino un dispositivo IoT, come una telecamera di sorveglianza.

Molto spesso, per diffondere questi malware su smartphone, gli aggressori sfruttano le app di messaggistica. Queste, infatti, ricevono grandi quantità di dati da fonti sconosciute, senza richiedere interventi da parte del proprietario del dispositivo. Nel 2019, in Catalogna, sono stati condotti degli attacchi zero-click sfruttando una falla di WhatsApp mentre, nel 2021, è successa la stessa cosa con iMessage di Apple.

Secondo gli esperti che lo hanno identificato, lo spyware Reign avrebbe capacità di hacking paragonabili a Pegasus e, alla pari di quest’ultimo, anch’esso sarebbe di matrice israeliana. È stato infatti prodotto e commercializzato dall’azienda QuaDream, azienda di recente chiusa, che aveva sede a Tel Aviv.

Secondo la ricerca del Citizen Lab, alla pari di Pegasus, lo spyware Reign può registrare le conversazioni che avvengono in prossimità del telefono infettato, leggere i messaggi sulle app crittografate, ascoltare le conversazioni telefoniche e tracciare la posizione dell’utente.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che Reign può anche essere utilizzato per generare codici di autenticazione a due fattori su un iPhone per infiltrarsi nell’account iCloud di un utente, consentendo all’operatore dello spyware di esfiltrare i dati direttamente da esso.

Lo spyware sarebbe stato attivo nel periodo tra il 2019 e il 2021, e avrebbe infettato i telefoni delle vittime inviando loro un invito al calendario iCloud. I ricercatori hanno rilevato che su iOS 14, qualsiasi invito del calendario iCloud con un’ora retrodatata ricevuto dal telefono viene automaticamente elaborato e aggiunto al calendario del dispositivo senza alcuna richiesta o notifica rivolta all’utente.

Le vittime colpite sarebbero giornalisti, esponenti dell’opposizione politica e dipendenti di ONG, e sarebbero situati in Nord America, Asia centrale, Sud-est asiatico, Europa e Medio Oriente.

La ricerca sottolinea che, anche se NSO Group è stato inserito nella lista nera dell’amministrazione Biden, la minaccia rappresentata da strumenti di hacking simili continua a proliferare.

In questo senso, nel 2021, Amnesty International, in una lettera aperta firmata da 156 organizzazioni della società civile e 26 esperti indipendenti in tutto il mondo ha chiesto agli Stati una moratoria globale sull’uso, la vendita e il trasferimento della tecnologia di sorveglianza fino a quando non sarà in atto un adeguato quadro normativo sui diritti umani che protegga la società civile dall’uso improprio di questi strumenti.

I timori dell’Amministrazione USA

In risposta alle crescenti preoccupazioni sui programmi in grado di acquisire messaggi di testo e altri dati del cellulare, il 20 marzo il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha emesso un ordine esecutivo nel quale è stato affermato che il governo americano interromperà l’uso di strumenti spyware commerciali che sono stati utilizzati per sorvegliare attivisti per i diritti umani, giornalisti e dissidenti in tutto il mondo.

La Casa Bianca ha affermato in una nota che l’ordine “dimostra la leadership e l’impegno degli Stati Uniti nel promuovere la tecnologia per la democrazia, anche contrastando l’uso improprio di spyware commerciali e altre tecnologie di sorveglianza”. Con questo intervento, l’amministrazione Biden intende quindi stabilire nuovi standard globali per il settore.

L’ordine richiederà al capo di qualsiasi agenzia statunitense che utilizza spyware commerciali di certificare che i programmi in questione non rappresentino dei rischi per la sicurezza.

La Casa Bianca non pubblicherà un elenco dei programmi vietati come parte dell’ordine esecutivo, ma sono stati definiti i fattori che permettono di determinare il livello di rischio rappresentato da un programma. Tra di essi è stato indicato il suo utilizzo, da parte di un attore straniero per monitorare cittadini statunitensi senza autorizzazione legale, o per sorvegliare attivisti per i diritti umani e altri dissidenti.

WHITEPAPER
Sistemi di sicurezza XDR: ecco le principali capacità
Cybersecurity
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr