IL COMMENTO

Sanzioni agli exchange di criptovalute, ma per combattere il ransomware serve un piano articolato

Nella lotta contro il ransomware le sanzioni agli exchange di criptovalute vanno nella strada giusta, ma non basta: proteggere un’azienda è diventata una questione di strategia necessaria a ridurre drasticamente la superficie di rischio anticipando le minacce informatiche

14 Ott 2021
U
William Udovich

Vice presidente regionale, Europa del Sud e Africa, Cybereason

Lo scorso 21 settembre gli Stati Uniti hanno preso un’importante posizione rispetto alle piattaforme di trading di criptovalute: avendo stimato che il 40% delle transazioni eseguite dall’exchange SUEX.io erano legate al riciclaggio di denaro derivante dai riscatti estorti da cartelli di ransomware, il Dipartimento del Tesoro ha disposto delle sanzioni indirizzate a disincentivare imprese e consumatori statunitensi dal condurre transazioni con la piattaforma di trading di criptovalute.

Nel complesso, sanzionare le piattaforme di exchange, ma anche i governi che sponsorizzano le attività criminali dei gruppi di ransomware, è una buona decisione. È un primo passo volto a interrompere il flusso di valuta digitale utilizzata in sempre più attacchi ransomware.

È difficile stabilire però l’impatto che questa decisione avrà nel breve termine. Quello che davvero importa è come tra settimane, mesi e anni le sanzioni imposte dall’amministrazione Biden a piattaforme come SUEX si rifletteranno sull’economia che finanzia le operazioni del crimine informatico organizzato.

Guida al ransomware: cos’è, come si prende e come rimuoverlo

Le sanzioni agli exchange di criptovalute non bastano

Un altro tassello molto importante per riuscire a combattere gli attacchi di ransomware è la collaborazione tra imprese pubbliche e private nel condividere informazioni sulle minacce da loro registrate.

WEBINAR
12 Ottobre 2022 - 11:00
5 best practice per un cloud journey di successo!
Cloud
Datacenter

Piuttosto che fare affidamento a sanzioni la cui efficacia è incerta, le aziende dovrebbero prendere il toro per le corna e ridurre drasticamente la loro superficie di rischio, anticipando le minacce con soluzioni come la tecnologia EDR (Endpoint Detection & Response).

Secondo Gartner, solo il 60% delle aziende dispone di questa tecnologia su tutti i loro endpoint. Questo dato è preoccupante, dato che la capacità di individuare e fermare un’intrusione al livello degli endpoint è fondamentale per fornire un livello di protezione sufficiente a far fronte agli attacchi informatici sofisticati come quelli che vediamo al giorno d’oggi.

Le sanzioni imposte dal governo Biden sono sicuramente una risposta ad un trend che si è osservato nel 2021, con attacchi ransomware diretti a Colonial Pipeline, JBS e Kaseya, ma anche ospedali, agenzie governative, società di servizi finanziari, scuole e aziende manfatturiere.

In molti casi, le imprese colpite da ransomware non possono legalmente pagare un riscatto che andrà a finanziare quello che a tutti gli effetti è diventato terrorismo informatico. In generale, comunque, è giusto ricordare che pagare il riscatto non è mai una buona idea, a meno che non ci siano in gioco delle vite umane o la pubblica sicurezza.

Pagare il riscatto non dà nessuna garanzia, dato che quasi la metà di coloro che pagano non recupera i dati o li riceve indietro corrotti e inutilizzabili.

C’è anche da dire che pagare un riscatto non significa che i criminali responsabili dell’attacco non cercheranno di estorcere denaro alle loro vittime una seconda, una terza, o persino una quarta volta.

È ormai diventato comune per gruppi di ransomware esfiltrare informazioni prima di criptarle e renderle inutilizzabili, in modo da poterle poi eventualmente rendere pubbliche se l’azienda colpita dovesse rifiutarsi di pagare un secondo riscatto.

Se questo non bastasse a convincere un’impresa a pagare, alcuni gruppi sono arrivati addirittura a consegnare i dati rubati a compagnie concorrenti in modo da diminuire il valore delle azioni delle loro vittime. Grief Gang (un gruppo di ransomware che si pensa essere basato in Russia e pare avere legami con Evil Corp) e Ragnar Locker hanno anche minacciato di distruggere i dati criptati qualora le loro vittime dovessero rivolgersi alle autorità, a negoziatori professionisti o esperti di data recovery.

Negoziatori di ransomware, un nuovo business nel mondo cyber: chi sono, come agiscono

Ecco perché serve un piano articolato

Per riuscire davvero a destabilizzare il crimine informatico organizzato servirà una concentrazione maniacale da parte di istituzioni pubbliche e private sul migliorare in maniera incrementale il loro approccio alla cyber sicurezza.

Sì, avere tutti gli strumenti di ultima generazione, le persone giuste e dei processi efficienti è importantissimo. Tuttavia, è inoltre necessario allinearsi agli obiettivi del business e fare in modo che la sicurezza informatica sia una spinta a migliorare le operazioni di un’impresa, piuttosto che qualcosa che le rallenta.

Senza questo passaggio fondamentale, la cyber sicurezza rimarrà qualcosa di aggiunto in un secondo momento che non verrà preso sufficientemente sul serio.

Proteggere un’azienda da minacce informatiche è diventata una questione di strategia: il personale deve avere obiettivi da raggiungere che risuonino in tutta la compagnia, e deve esserci un quadro normativo che permetta di prendere decisioni in linea con le policy aziendali.

Quando la strategia è stata delineata, ci si può concentrare sull’esecuzione.

Un sistema di rilevamento pensato per essere resiliente e per far fronte a minacce in continua evoluzione, unito a un’architettura zero-trust, costituisce la base di come le imprese di oggi dovrebbero approcciarsi alla cybersicurezza. Infine bisogna testare l’efficacia dei sistemi difensivi, continuando a metterli a punto e migliorarli.

WHITEPAPER
DATI: fonte imprescindibile per le aziende! PROTEGGILI e mantienili CONFORMI alle regole
Big Data
Sicurezza
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 2