SICUREZZA INFORMATICA

Attacco ai server Microsoft Exchange: tre lezioni (fondamentali) che dobbiamo imparare

Le vulnerabilità ProxyLogon sfruttate nell’attacco ai server Microsoft Exchange rappresentano un vero e proprio caso di studio di come simili eventi di cyber sicurezza possano impattare la sicurezza aziendale nel suo complesso. Ecco le lezioni che dobbiamo imparare

21 Mag 2021
M
Luca Mella

Cyber Security Expert

Per tante aziende gli ultimi mesi sono stati segnati da martellanti attacchi ai servizi posta Microsoft Exchange Server. Oltre agli APT, la pubblicazione della falla ProxyLogon è stata infatti seguita da moltissimi attacchi opportunistici che hanno in pochissimo tempo inondato la gran parte delle istanze del server di posta Microsoft esposte su internet.

Attacco ai server Microsoft Exchange: la linea temporale

ProxyLogon è il nome colloquiale con cui si identificata la falla CVE-2021-26855 che permette a un attaccante di rete, in remoto, di impersonificare l’amministratore del server di posta, senza autenticazione.

WHITEPAPER
Smart building: una guida per semplificare la progettazione della rete

Questa vulnerabilità, se usata in tandem con la CVE-2021-27065, permette allo stesso attaccante di fare letteralmente ciò che vuole sul server: dal lancio di comandi privilegiati all’installazione di backdoor e malware.

ProxyLogon è stato un vero e proprio caso di studio, particolarmente rappresentativo della forza della connessione tra la gestione delle vulnerabilità tecnologiche e gli attacchi malware. All’interno del suo iter si nasconde la chiave per una visione più esaustiva di come eventi di cyber sicurezza come questo possano impattare la sicurezza aziendale nel suo complesso.

Evoluzione delle falle ProxyLogon (Fonte: Yoroi).

L’analisi dell’attacco ai server Microsoft Exchange è dunque utile per l’apprendimento di tre lezioni fondamentali di sicurezza informatica che dobbiamo necessariamente imparare per mettere in sicurezza il perimetro aziendale e migliorare la postura cyber.

Le vulnerabilità non sono tutte uguali

Non è affatto raro che l’industria della cyber security sia colma di segnalazioni di vulnerabilità con alti punteggi di criticità.

I calcoli sui valori e le valutazioni sono spesso effettuate asetticamente da un punto di vista tecnico, secondo classificazioni di effetti di basso livello, spesso senza valutazioni relative al contesto o alla facilità nel raggiungere la falla in un sistema complesso come quello aziendale, estremamente diversificato per ogni organizzazione.

Molte delle gravi falle di cui leggiamo sono infatti poco rilevanti per molti, per alcuni importanti, ma raramente si tratta di un armageddon.

In questo caso però, le vulnerabilità su Exchange Server affliggevano il componente OWA (Outlook Web Access), che di solito viene reso disponibile su protocolli HTTP e HTTPS, le cui interfacce sono configurate per essere raggiungibili da internet in moltissime architetture di posta aziendali, causa prassi comune da parte di un grandissimo numero di system integrator. Il risultato è una galassia di servizi vulnerabili esposti al grande e variegato pubblico di internet.

Questa particolare condizione, rende una falla classificata come grave, al pari di tantissime altre classificate egualmente, un bel po’ più preoccupante per chi protegge le aziende ed al contempo molto allettante per chi lucra con crimine informatico.

DearCry, il ransomware che attacca i server Microsoft Exchange non aggiornati: i dettagli

Le falle mutano, le attenzioni rimangono

ProxyLogon ha avuto un iter davvero complesso. In prima battuta è nata come 0-day, condizione che non è comune a tutte le vulnerabilità. Infatti, poco dopo le ricerche di sicurezza che hanno portato alla sua scoperta, sono emerse evidenze che alcuni, quella falla, la stavano già silentemente sfruttando: gli attacchi in questione erano operati dal gruppo APT Hafnium, che mesi prima della pubblicazione delle patch stava sfruttando la falla per installare backdoor sugli Exchange Server di loro interesse, anche per “usi futuri”.

A seguito della scoperta, oltre alle patch di sicurezza rilasciate negli aggiornamenti di marzo 2021, Microsoft ha pubblicato una serie di strumenti per permettere agli amministratori di sistema delle macchine Exchange Server di determinare se il loro server di posta era stato coinvolto dagli attacchi 0-day. A marzo 2021, quindi, è arrivata una tempesta per molti dipartimenti IT.

Dal momento del rilascio della patch, la discussione sulla falla è esplosa: nel giro di poco tempo sono spuntati dettagli tecnici e codici di test per attivare e testare la vulnerabilità. Si cominciava a notare che il fronte temporalesco si estendeva fino all’orizzonte.

Infatti, di lì a poco una serie di ondate di attacchi rivolti alla falla ProxyLogon hanno martellato internet, i gruppi criminali che avevano fatto loro il nuovo strumento stavano aumentando rapidamente: botnet altamente infettive come Prometei e Lemon Duck, ma anche i gruppi di attacco ransomware DearCry e Black Kingdom, oltre che REvil, storico operatore di attacchi “Double Extortion”, il tipo di attacchi che hanno messo in ginocchio Colonial Pipeline.

Il successo che ha avuto questa ondata di attacchi ai server Exchange è stato netto. In molti casi gli attaccanti sono riusciti nei loro intenti e ne hanno tratto profitto. Sotto un altro punto di vista, i criminali hanno visto ripagato il loro “investimento” nella vulnerabilità ProxyLogon.

L’effetto del successo di questi attacchi non è terminato con l’applicazione delle patch, nelle menti di chi ha imbastito queste campagne malevole, Exchange ha guadagnato un posto di riguardo.

Un interesse particolare da tenere in considerazione anche per la seconda grave falla di Exchange Server, CVE-2021-28482, che è stata scoperta direttamente dalla NSA americana e risolta da Microsoft con gli aggiornamenti di sicurezza di aprile 2021.

Infatti, l’interesse era tanto riguardo alla storica tecnologia di posta di Redmond, che nel giro di un mese sono stati pubblicati codici di attacco e dettagli tecnici anche di quest’ultima.

Attacco a Colonial Pipeline, il prima e dopo che stanno cambiando lo scenario del cyber crime

Il patching è difficile

Anche se si sa cosa è necessario fare per risolvere una vulnerabilità, farlo non è quasi mai un processo lineare. I piani di test, le procedure di applicazione e le checklist di installazione spesso si infrangono contro la cruda realtà delle cose: l’imprevisto è una compagnia molto popolare specie durante la caoticità dell’emergenza. Per molti applicare le patch celermente su di una falla sulla bocca di tutti non è stato possibile, o non lo è stato nei tempi idonei.

Addirittura, in alcuni casi si è scoperto che il processo di patching segnalava di essere andato a buon fine, ma nella pratica la patch non risultava applicata correttamente e la falla rimaneva sfruttabile. Si tratta di situazioni che emergono dalle infinite sfaccettature che troviamo nelle infrastrutture IT reali, a prescindere da chi siano operate.

È la manifestazione più sincera delle difficoltà che chi amministra i sistemi si trova a gestire.

Con ProxyLogon i problemi di patching sono stati talmente tanti che dopo giorni la situazione non era affatto migliorata: migliaia di server di posta venivano abusati ogni giorno.

Ad un certo punto, Microsoft ha deciso di rilasciare un nuovo strumento di mitigazione “ad interim” per le installazioni di Exchange Server 2013, 2016 e 2019, un tool che si installava tramite la suite di sicurezza Defender e che andava a rimuovere le backdoor installate tramite lo sfruttamento di ProxyLogon, o per lo meno quelle conosciute fino a quel momento. Una soluzione drastica, ma non bastò.

La condizione in cui versavano tutti quei server Exchange esposti su internet era critica, diversi avevano patchato la vulnerabilità, ma rimanevano installate ed operative le backdoor configurate durante le ondate di attacco. La situazione era tanto grave che il 13 aprile 2021, il Dipartimento di Giustizia americano ha autorizzato un intervento diretto delle autorità sui server Exchange afflitti. Il comunicato stampa 21-319 recitava chiaramente che l’FBI avrebbe direttamente condotto un azione di mitigazione su tutti i server Exchange raggiungibili sul territorio americano, un livello di “collaborazione” tra pubblico-privato mai visto prima.

Arrivare a tale punto significa inequivocabilmente che tante organizzazioni non avevano installato le patch, oppure che le azioni correttive fatte da tantissime aziende non erano state risolutive.

WHITEPAPER
Scopri come risolvere in autonomia i problemi quotidiani legati all’IT
CIO
Manifatturiero/Produzione
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr