Il caso

Cookie wall dei giornali, scoppia il caso: al lavoro il Garante privacy

Il Garante privacy italiano è intervenuto in seguito a diverse segnalazioni per approfondire la liceità del cookie wall, cioè la richiesta di consenso avanzata da alcuni giornali online di accettare sistemi di tracciamento in cambio dell’accesso a contenuti normalmente riservati agli abbonati: un tema su cui urge far luce

21 Ott 2022
Nicoletta Pisanu

Redattrice Cybersecurity360

Cookie wall per la profilazione in cambio di servizi, si può fare o forse no? L’iniziativa di molte testate giornalistiche è ora sotto la lente del Garante privacy, per capire se la pratica è legale.

Infatti l’autorità ha comunicato di star esaminando, alla luce della normativa attuale, la liceità dell’iniziativa intrapresa da molti giornali online, che prevede il consenso all’installazione dei cookie da parte degli utenti in alternativa al classico obbligo di sottoscrizione dell’abbonamento per accedere ai contenuti. Il 21 ottobre il Garante privacy ha comunicato di aver avviato una serie di istruttorie per accertare la compliance delle iniziative alle norme UE.

Una situazione complessa: “Occorre fare chiarezza, perché chiarezza ad oggi non c’è e ci sarebbe da interrogarsi sullo stesso senso delle nostre attuali preoccupazioni sull’utilizzo odierno di tali sistemi”, ha commentato l’avvocato Andrea Lisi. Per Anna Cataleta, senior partner di P4I, si tratta di “una pratica ambigua e che può compromettere la trasparenza nei confronti degli utenti. Pertanto, non si può che accogliere con favore questa nuova iniziativa del Garante, auspicando che vengano forniti dei chiarimenti”. 

Cookie, le nuove linee guida del Garante Privacy: suggerimenti pratici per le aziende

Cookie wall, cosa dice il Garante privacy

Negli ultimi anni si è diffuso l’utilizzo del paywall, cioè un filtro che blocca l’accesso ai contenuti di una testata online, riservati agli abbonati: per superare la barriera e leggere gli articoli, è necessario in tal caso sottoscrivere un abbonamento. Nei giorni scorsi però è comparsa una possibilità di alternativa. Se non si vuole sottoscrivere l’abbonamento, si può scegliere di rilasciare il proprio consenso all’installazione di cookie e altri strumenti di tracciamento dei dati personali. È questo il cookie wall, su cui il Garante privacy sta lavorando per far luce.

WHITEPAPER
Certificazioni GDPR: tutti i vantaggi per le organizzazioni che vi aderiscono
Legal
Privacy

Spiega una nota ufficiale che l’autorità “anche a seguito di alcune segnalazioni, sta esaminando tali iniziative alla luce del quadro normativo attuale, anche al fine di valutare l’adozione di eventuali interventi in materia”.

In seguito, il Garante ha comunicato di aver rilevato che “la normativa europea sulla protezione dei dati personali non esclude in
linea di principio che il titolare di un sito subordini l’accesso ai contenuti, da parte degli utenti, al consenso prestato dai medesimi per finalità di profilazione (attraverso cookie o altri strumenti di tracciamento) o, in alternativa, al pagamento di una somma di denaro”, spiega in una nota ufficiale l’autorità. Tuttavia sono state avviate diverse istruttorie “per accertare la conformità di tali iniziative con la normativa europea”.

Le linee guida del Garante sul cookie wall

Nelle linee guida dei cookie wall in vigore da gennaio scorso il Garante aveva già detto che sono vietati se il titolare del trattamento – i giornali in questi casi – obbligano ad accettare il cookie e la profilazione relativa in cambio dell’accesso al sito; ma è pratica permessa se danno accesso a servizi o contenuti equivalenti senza consenso.

Questione spinosa, dato che i giornali danno sì accesso comunque ma a pagamento. Proprio sul punto il Garante dovrà fare chiarezza.

Il valore del cookie wall

Numerose e famose testate online generaliste hanno avviato l’iniziativa sui propri portali, chiedendo l’autorizzazione a tutti i cookie “evidentemente, non solo quelli tecnici, ma anche quelli di profilazione e di terze parti”, commenta Lisi, “di fatto, riconoscendo un valore economico e, dunque, monetizzando i dati personali degli utenti. È stato tutto portato avanti effettivamente in modo un po’ grossolano, oserei dire goffo, e questo la dice lunga sullo stato della privacy in Italia”.

“Forse questi cookie wall sono recepimento della direttiva 770 in Italia sulla remunerazione dei dati a fronte di servizi di proprietà intellettuale”, aggiunge Anna Cataleta. “Qualcosa che è accettata altrove nel mondo”.

Perché gli editori applicano il cookie wall

Per Anna Cataleta, tale pratica “può essere interpretata come una risposta da parte degli editori per cercare di contrastare le misure di blocco ai cookie di terze parti e le limitazioni applicate a servizi specifici (si vedano le recenti decisioni su Google Analytics) che possono compromettere i modelli di business di tali società”. Tuttavia, Cataleta sottolinea l’ambiguità della pratica. 

Nuovi cookie wall del giornali: è legale?

Per Lisi “occorre però essere anche chiari e schietti su questi argomenti tabù, perché da una parte non ci stupiamo più se Alexa ci dà la sensazione di spiarci o se Google o Facebook ci consigliano il prodotto di cui stavamo discutendo con amici un minuto prima e magari accettiamo allegramente app come Deep Face (o ci innamoriamo di video deepfake), e dall’altra parte abbiamo favorito spensieratamente il più potente ecosistema economico che si mantiene e manutiene a livello internazionale sulle nostre identità digitali e i nostri dati personali”.

Insomma, bisogna chiedersi se “ha davvero senso oggi storcere il naso o bacchettare un editore del web che si comporta in modo un po’ grossolano, mentre – lo ripeto – parte del mondo si serve di sistemi sofisticatissimi di profilazione e manipolazione di massa?”. Ben venga quindi l’intervento dell’autorità: “Forse il Garante italiano, ma sarebbe meglio se poi questa questione possa essere portata sui tavoli europei, potrebbe cogliere quest’occasione per illuminare la strada con un’interpretazione evolutiva, che tenga conto di tutto il quadro normativo europeo”.

Una questione europea

Lisi ricorda che “già Giovanni Buttarelli, nel suo ruolo di Garante europeo, nel parere 2016/C 463/10, aveva chiaramente fatto luce su questa ipocrisia e auspicando maggiore trasparenza sulla monetizzazione dei dati degli utenti. Quindi, o con nettezza a livello europeo rendiamo totalmente illegittimi (ammesso che sia possibile) certi servizi divenuti ormai essenziali per la nostra sopravvivenza digitale e che a loro volta sopravvivono mercificando in modo poco trasparente le nostre esistenze oppure favoriamo e pretendiamo da tutti trasparenza, autorizzando anche monetizzazioni consapevoli dei dati personali degli utenti di servizi”.

Attivismo e ambiguità normativa

L’economia digitale per Lisi è infatti senza nazione “e non si possono indirizzare logiche molto garantiste solo da una parte e poi accettare che il resto del mondo faccia tutt’altro su un territorio che è per sua natura – appunto – senza confini. Certe battaglie che si portano avanti con genuino attivismo digitale in questi giorni, tra cui la lotta un po’ talebana verso Google Analytics, mi fanno sorridere amaramente. Peraltro sulla monetizzazione dei dati c’è anche evidente ambiguità normativa e, nella stessa Europa, coesistono approcci e comportamenti profondamente diversi”.

Forse “questi stessi editori che oggi sbeffeggiamo un po’ schizzinosamente avrebbero meritato maggiore chiarezza, almeno per comprendere se politiche di monetizzazione dei dati personali degli utenti portate avanti in modo certamente più chiaro e lineare, quindi, trasparenti e granulari nella gestione dei consensi, siano da ritenersi consentite nel nostro Paese (e in Europa) oppure debbano ritenersi (magari per tutti) assolutamente vietate. Credo che meritiamo tutti maggiore chiarezza e magari un pizzico di coraggio in più”. 

Articolo pubblicato il 18 ottobre 2022 e aggiornato il 21 ottobre 2021 in seguito alla comunicazione del Garante privacy

WHITEPAPER
DATI: come PROTEGGERLI e mantenerli CONFORMI alle regole? Scarica la Guida
Sicurezza dei dati
Database
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5