SOLUZIONI DI SICUREZZA

Il Software Assurance Maturity Model (SAMM) per lo sviluppo sicuro del software: la guida pratica

Grazie al framework Software Assurance Maturity Model (SAMM) di OWASP (Open Web Application Security Project) è possibile implementare tutti i controlli necessari allo sviluppo sicuro del software. Impariamo ad utilizzare il modello grazie alla descrizione di alcuni usi pratici

24 Set 2019
R
Pasquale Marco Rizzi

Information & Cyber Security Advisor P4I - Partners4Innovation

Il framework Software Assurance Maturity Model (SAMM) sviluppato da OWASP (Open Web Application Security Project) consente di implementare tutti i controlli necessari allo sviluppo sicuro del software, dove per sviluppo sicuro si intende l’insieme di processi, linee guida e pratiche finalizzate ad assicurare che la sicurezza delle informazioni sia progettata ed attuata all’interno del ciclo di sviluppo di applicazioni e sistemi.

Nella gestione della sicurezza delle informazioni lo sviluppo sicuro del software rappresenta uno dei controlli fondamentali: se ne parla nello standard ISO 27001 (sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni) e nelle linee guida ENISA sulle misure tecniche ed organizzative per gli adempimenti privacy.

Tali standard spesso prescrivono il controllo, ma non dettagliano nello specifico i processi e le attività collegate. In questo scenario, si colloca il Software Assurance Maturity Model (SAMM), che può essere usato come guida all’implementazione di un processo di sviluppo sicuro.

Nonostante il nome, il modello non è solo un framework per valutare la maturità, intesa come completezza ed efficacia di un processo esistente di sviluppo, ma anche per costruirne uno nuovo: accanto ai criteri di valutazione, il modello descrive attività, obiettivi e risultati attesi in tutte le fasi del ciclo di vita.

Software Assurance Maturity Model: i dettagli

Il modello nasce come strumento ad uso delle organizzazioni per:

  • valutare il processo di sviluppo sicuro all’interno di un’organizzazione;
  • progettare un programma di software assurance e misurarne i progressi nel tempo;
  • definire e misurare i processi e le attività legate allo sviluppo sicuro.

Il Software Assurance Maturity Model è costituito da un insieme di processi, organizzati per funzioni di business coinvolte nello sviluppo sicuro all’interno delle organizzazioni. Per ciascuno di questi processi, il modello fornisce una serie di componenti chiave (attività, obiettivi ecc.) che caratterizzano contenuti e finalità del processo, insieme ai criteri per la valutazione della sua maturità.

WHITEPAPER
Gestione dei contratti e GDPR: guida all’esternalizzazione di attività dei dati personali
Legal
Privacy

Software Assurance Maturity Model: le funzioni di business

Il modello definisce quattro funzioni di business principali:

  • Governance: come indicato dal termine stesso, questa funzione include i processi legati a come un’organizzazione gestisce lo sviluppo nella sua accezione più ampia (strategia, valutazione del rischio);
  • Construction (progettazione): questa funzione include i classici processi di gestione del prodotto, definizione dei requisiti, architettura, specifiche di dettaglio e implementazione;
  • Verification (test): questa funzione include i processi di test, dalla review del codice, all’uso di tool automatizzati, ai penetration test ecc.;
  • Deployment (rilascio in produzione): questa funzione include i processi di rilascio e installazione in produzione, inclusi le attività di operations.

Le security practice del Software Assurance Maturity Model

Per ciascuna funzione di business sono identificati tre “processi” principali (security practice), che descrivono le principali attività e gli obiettivi di assurance.

Per la funzione di Governance i processi sono:

  • Strategy & Metric: questo processo include la definizione della strategia e della roadmap del processo di sviluppo sicuro, la sua gestione e misurazione nel corso del tempo;
  • Policy & Compliance: questo processo include l’identificazione di norme e standard coinvolti, la definizione di politiche, procedure e linee guida, la gestione dell’attività di audit;
  • Education & Guidance: questo processo include l’introduzione di specifiche attività formative strutturate e personalizzate sui ruoli.

Per la funzione di Construction i processi sono:

  • Threat Assessment: questo processo include l’attività “tecnica” centrale di modellizzazione della minaccia e dell’attaccante specifici per ogni applicativo, con la valutazione del rischio associato e relative contromisure;
  • Security Requirements: questo processo include la definizione e la gestione (definizione e tracciabilità per tutto il ciclo di sviluppo) dei requisiti di sicurezza, da affiancare a quelli funzionali;
  • Security Architecture: questo processo include la progettazione sicura del software (secure-software by-design e by-default), attraverso i principi di progettazione vera e propria (uso di servizi e componenti sicure ecc.).

Per la funzione di Verification i processi sono:

  • Design Review: questo processo include l’identificazione della superficie di attacco dell’applicativo e la verifica di applicazione dei requisiti di sicurezza nel design;
  • Code Review: questo processo include le attività di code review rispetto a rischi noti (a tal proposito OWASP mette a disposizione ampia documentazione in merito), anche attraverso l’uso di tool automatizzati;
  • Security Testing: questo processo include le attività vere e proprie di test dinamico (con applicativo running), penetration test eccetera.

Per la funzione di Deployment, infine, i processi sono:

  • Vulnerability Management: questo processo include le attività orientate a gestire malfunzionamenti e problemi che nascano nell’ambiente di produzione (Response Team ecc.);
  • Environment Hardening: questo processo include le attività orientate a gestire la sicurezza degli ambienti di produzione (una baseline di configurazione, patch management e aggiornamenti);
  • Operational Enablement: questo processo include principalmente le attività di documentazione finalizzata a una corretta installazione e gestione del software in produzione.

Caratterizzazione dei processi nel modello SAMM

Ciascun processo è descritto da un set di componenti, che caratterizzano il processo stesso, e da un set di criteri per la valutazione del livello di assurance. Le componenti includono:

  • gli obiettivi, sempre più specifici e raffinati al crescere del livello di maturità;
  • le attività, più numerose al crescere del livello;
  • i risultati, in termini di deliverable;
  • le metriche, che rappresentano gli indicatori di performance;
  • i costi, in termini di stima indicativa dei costi da sostenere per raggiungere e mantenere un determinato livello di assurance;
  • le risorse, in termini di impegno richiesto alle diverse figure coinvolte, che comprendono: sviluppatori, architetti, managers, tester, auditor, assistenza tecnica e supporto.

I livelli di maturità

Per ciascun processo il modello definisce tre livelli di maturità:

  • livello 0 (implicito), che rappresenta l’assenza del processo strutturato;
  • livello 1, che rappresenta l’approccio iniziale alla definizione del processo;
  • livello 2, che indica un processo definito orientato al miglioramento in termini di efficacia;
  • livello 3, che indica la completa padronanza del processo.

Come applicare il Software Assurance Maturity Model

Come accennato all’inizio, il modello SAMM appena descritto può essere utilizzato per diverse finalità. Di seguito alcune indicazioni per una corretta applicazione del modello nei diversi contesti.

Conduzione di un Assessment

Il modello può essere utilizzato per una valutazione della postura di sicurezza dell’intero processo di sviluppo o di una parte di esso, all’interno dell’organizzazione.

Si tratta di un’attività piuttosto semplice, realizzata attraverso questionari a risposta chiusa (si/no), messi a disposizione gratuitamente da OWASP.

Raccolte le risposte, la statistica dei si e dei no permette di stimare il livello di riferimento.

La valutazione di merito così ottenuta può essere raffinata andando a verificare puntualmente, per il livello stimato, la corrispondenza di attività, obiettivi, metriche, risultati e risorse. Questo secondo step permette di rendere più oggettiva la valutazione e mettere in evidenza le aree di forza e debolezza potenzialmente da migliorare.

Misurare l’efficacia di un’iniziativa

Il modello può essere utilizzato anche per valutare l’efficacia di un’iniziativa che può ricomprendere l’intero processo (un vero e proprio programma di Assurance del software) o solo una parte di esso. Si tratta della stessa modalità utilizzata tipicamente nella formazione, per valutare l’efficacia di un corso o si una sessione di training. Si implementa effettuando gli assessment descritti in momenti successivi.

Costruire un Assurance Program

Costruire un programma di assurance è sicuramente la modalità più ampia di sfruttare il modello SAMM. Accanto al modello vero e proprio, OWASP mette a disposizione una serie di “template” di roadmap. Un template di roadmap è un piano temporale di progetto costituito da fasi all’interno delle quali si prevede di incrementare il livello di assurance di alcuni processi. È possibile fare riferimento ai template già disponibili, preparati per diverse tipologie di organizzazioni, oppure raffinarli sulla base di esigenze e caratteristiche specifiche della singola organizzazione.

Una volta definito il piano (roadmap), l’organizzazione lavora al raggiungimento del livello di assurance pianificato per quel specifico processo in quella fase, andando a implementare le attività previste.

Conclusioni

Il modello SAMM offre valide opportunità di approccio al tema dello sviluppo sicuro.

Quando dalla strategia (ragioni di compliance o ragioni di business) nasce l’esigenza di soddisfare il requisito relativo allo sviluppo sicuro, il modello SAMM rappresenta lo step successivo, una possibile e valida tattica da implementare per rispondere alla strategia. Quando di parla di sviluppo sicuro, infatti, capita spesso (almeno per l’esperienza di chi scrive) di imbattersi in tattiche incomplete, inefficienti o addirittura inesistenti, con evidente difficoltà o impossibilità di raggiungimento dell’obiettivo.

Quando non è la strategia che lo richiede, è comunque buona regola misurarsi sempre con gli aspetti di sicurezza nello sviluppo software. Che siate una grande software house o una piccola-media impresa, potete sempre fare riferimento a SAMM per un assessment magari limitato ad alcuni processi di interesse e ritagliato sulle vostre esigenze. È un’occasione sostenibile di fare sicurezza in maniera efficace ed efficiente e sicuramente un’opportunità da non perdere.

WHITEPAPER
DATI: come PROTEGGERLI e mantenerli CONFORMI alle regole? Scarica la Guida
Sicurezza dei dati
Database
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr