IL RAPPORTO

Cyber attacchi in sanità, impatti sull’assistenza e rischi per la vita dei pazienti: come mitigarli

Aumentano le evidenze che collegano il rischio informatico a quello per i pazienti, confermando il potenziale impatto devastante degli attacchi informatici sui servizi sanitari e di assistenza. Comprendere questo legame e adottare misure preventive e correttive è fondamentale per mantenerli al sicuro

21 Set 2022
W
Ryan Witt

Industries Solutions and Strategy Leader di Proofpoint

Le organizzazioni sanitarie hanno tardato ad adeguare le proprie misure di protezione rispetto alla crescente frequenza e gravità degli attacchi da affrontare. Le conseguenze sono gravi, anche e soprattutto per l’erogazione delle cure e la sicurezza dei pazienti.

Oggi, i cyber attacchi rappresentano il principale rischio tecnologico per il mondo della sanità, con un impatto negativo potenziale davvero allarmante, che può sfociare addirittura in un incremento dei tassi di mortalità.

Sanità italiana sotto attacco cyber: ecco come reagire all’emergenza

Cyber attacchi in sanità: numeri preoccupanti

In un recente studio del Ponemon Institute sull’impatto delle minacce alla sicurezza informatica sui costi della sanità e sull’assistenza ai pazienti l’89% dei 641 professionisti dell’IT e della sicurezza in ambito sanitario coinvolti ha evidenziato una media di 43 attacchi negli ultimi 12 mesi. Le comuni conseguenze degli attacchi informatici non dovrebbero più sorprendere, ma quello che colpisce maggiormente è l’impatto diretto sulla sicurezza dei pazienti, come mostra il report.

WHITEPAPER
Gestione dei contratti e GDPR: guida all’esternalizzazione di attività dei dati personali
Legal
Privacy

Oltre il 20% delle organizzazioni che ha subito una compromissione del cloud, un attacco ransomware, alla supply chain o via BEC (Business Email Compromise) e spoofing phishing ha registrato anche un aumento del tasso di mortalità dei pazienti. Altre conseguenze sono state il ritardo di test o procedure che hanno portato a esiti negativi (per il 57% delle organizzazioni intervistate) e l’aumento delle complicazioni legate a trattamenti sanitari (quasi il 50%).

Il ransomware rimane una sfida significativa. La ricerca Ponemon ha rilevato che questi attacchi hanno maggiori probabilità di influire sulla cura ai pazienti rispetto ad altre tipologie. Il 64% delle aziende colpite da ransomware ha registrato ritardi nelle procedure e negli esami, e quasi altrettante hanno visto prolungare le degenze dei pazienti.

Questi risultati sottolineano l’importanza che le organizzazioni sanitarie diano maggiore priorità alla sicurezza IT. Sebbene il problema sia complesso, la mancanza di azione non è un’opzione possibile e tutto il settore deve agire con urgenza, perché riguarda direttamente la vita delle persone

I benefici del cloud portano anche grandi vulnerabilità

Il cloud ha trasformato l’assistenza sanitaria e consente alle tecnologie digitali di migliorare l’esperienza del paziente e di aumentare l’efficienza degli operatori. Ma i vantaggi indubbi del cloud portano con sé un prezzo, quello di essere la tipologia di attacco più frequente nel settore. Le organizzazioni intervistate hanno subito una media di 22 compromissioni negli ultimi due anni e il 75% ritiene che la propria azienda sia vulnerabile a compromissioni basate sul cloud.

Con l’archiviazione di un maggior numero di dati sensibili nel cloud, le organizzazioni sanitarie riconoscono che sicurezza e privacy siano a rischio. Il 67% ritiene che cloud, mobile, big data e Internet of Things (IoT) aumentino i pericoli per la sicurezza informatica. Il 59% ha identificato l’acquisizione di account cloud come un rischio significativo, in grado di consentire frodi o il furto di dati sensibili dei pazienti.

La proliferazione e varietà dei dispositivi medici aggravano ulteriormente il problema del cloud. Un’organizzazione sanitaria media gestisce oltre 26.000 dispositivi connessi alla rete e il 64% si dichiara preoccupato per la loro sicurezza. Nonostante ciò, solo circa la metà tiene in considerazione nella propria strategia di sicurezza prevenzione e risposta agli attacchi portati ai dispositivi

La mancanza di preparazione è un problema diffuso

I dispositivi non protetti non sono l’unica area in cui manca preparazione. Gli operatori di servizi sanitari sono relativamente pronti a prevenire e rispondere alle compromissioni del cloud (63%) e al ransomware (62%), ma meno della metà ha una strategia documentata per gli attacchi BEC e spoof phishing e per la supply chain.

Inoltre, le organizzazioni sanitarie sono generalmente impreparate ad affrontare il fattore umano. I programmi sulla consapevolezza della cyber security rappresentano una strategia efficace per mitigare minacce come BEC, phishing, negligenza dei dipendenti e altri rischi per gli individui, ma solo il 59% degli intervistati ha dichiarato che la propria organizzazione adotta misure per migliorare la consapevolezza. Tra chi lo fa, più di un terzo non effettua formazione regolare.

Questa mancanza di preparazione di base espone i pazienti a ulteriori rischi. Sebbene la cyber security sia una sfida complessa, definire un programma di sensibilizzazione e formazione dei dipendenti non è un’iniziativa complicata e può fare una differenza significativa nell’aiutare gli operatori a difendersi dalle minacce focalizzate sulle persone.

Dare priorità alla cyber sicurezza

Le organizzazioni sanitarie tradizionali non investono ancora risorse adeguate sulla cyber security. In generale, la maggior parte dei fondi è stata destinata ad aree direttamente collegate alla cura dei pazienti, cosa che limita in modo significativo le capacità dei team IT e di sicurezza di proteggere efficacemente le loro organizzazioni. La nuova ricerca del Ponemon Institute riflette questa sfida, mostrando che il 53% ha difficoltà ad adottare una buona postura di sicurezza a causa della mancanza di competenze interne e il 46% a causa di personale insufficiente.

Senza uno sforzo congiunto per investire nella cyber security, le organizzazioni sanitarie continueranno a rimanere indietro nella preparazione alla difesa dalle cyber minacce. Una scarsa protezione IT può avere effetti profondi, tangibili e devastanti sui pazienti. Questo report recente si aggiunge alle crescenti evidenze che collegano il rischio informatico a quello per i pazienti. Comprendere questo legame e adottare misure preventive e correttive è fondamentale per mantenerli al sicuro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5