commissione europea

EU-US Data Privacy Framework approvato, ecco perché è passo importante ma non risolutivo

La Commissione Europea ha adottato la decisione di adeguatezza per l’EU-US Data Privacy Framework. Indica che gli Stati Uniti garantiscono un adeguato livello di protezione – paragonabile a quello dell’Unione Europea – per i dati personali trasferiti dall’UE alle aziende statunitensi nell’ambito del nuovo quadro. Si chiude un momento di incertezza, critico per aziende e PA. Lisi: “Ma la privacy by design è una partita in progress, sempre aperta. Attenti a non rilassarci verso i Gafam”

Pubblicato il 10 Lug 2023

Oggi la Commissione Europea ha adottato la decisione di adeguatezza per l’EU-US Data Privacy Framework. Si chiude così, almeno temporaneamente, una situazione di incertezza giuridica che si protraeva da tre anni, pesando su pubbliche amministrazioni e aziende utilizzatrici di servizi digitali USA.

https://www.cybersecurity360.it/news/data-privacy-framework-ecco-i-requisiti-usa-in-attesa-della-decisione-di-adeguatezza-ue/

Cosa è la decisione di adeguatezza per l’EU-US Data Privacy Framework

Questa decisione afferma che gli Stati Uniti garantiscono un adeguato livello di protezione – paragonabile a quello dell’Unione Europea – per i dati personali trasferiti dall’UE alle aziende statunitensi nell’ambito del nuovo quadro. Sulla base di questa nuova decisione di adeguatezza, i dati personali possono fluire in sicurezza dall’UE alle aziende americane che partecipano al Framework, senza la necessità di adottare ulteriori garanzie per la protezione dei dati.

WHITEPAPER
Come costruire l'ufficio tecnologico del futuro senza investimento iniziale
Cloud storage
Cloud application

Novità del Framework UE-USA sulla privacy dei dati

Il Framework UE-USA sulla privacy dei dati introduce nuove salvaguardie vincolanti per affrontare tutte le preoccupazioni sollevate dalla Corte di Giustizia Europea, limitando l’accesso ai dati dell’UE da parte dei servizi di intelligence statunitensi a ciò che è necessario e proporzionato, e istituendo un Tribunale di Revisione sulla Protezione dei Dati (Data Protection Review Court, DPRC), a cui gli individui dell’UE avranno accesso. Il nuovo quadro introduce significativi miglioramenti rispetto al meccanismo esistente sotto il Privacy Shield. Ad esempio, se il DPRC constata che i dati sono stati raccolti in violazione delle nuove salvaguardie, potrà ordinare l’eliminazione dei dati. Le nuove salvaguardie nel settore dell’accesso ai dati da parte del governo completeranno gli obblighi a cui le aziende statunitensi che importano dati dall’UE dovranno sottoscriversi.

Le parole del Presidente Ursula von der Leyen

La presidente della Commissione ue Ursula von der Leyen ha dichiarato: “Il nuovo EU-U.S. Data Privacy Framework garantirà flussi di dati sicuri per gli europei e porterà certezza giuridica alle aziende su entrambe le sponde dell’Atlantico. A seguito dell’accordo di principio che ho raggiunto con il presidente Biden lo scorso anno, gli Stati Uniti hanno attuato impegni senza precedenti per stabilire il nuovo quadro. Oggi facciamo un passo importante per fornire fiducia ai cittadini che i loro dati sono al sicuro, per approfondire i nostri legami economici tra l’UE e gli Stati Uniti e allo stesso tempo per riaffermare i nostri valori condivisi. Dimostra che lavorando insieme possiamo affrontare le questioni più complesse.”

Impegno delle aziende statunitensi

Le aziende statunitensi potranno aderire all’EU-U.S. Data Privacy Framework impegnandosi a rispettare un dettagliato insieme di obblighi in materia di privacy, ad esempio l’obbligo di cancellare i dati personali quando non sono più necessari per lo scopo per cui sono stati raccolti, e di garantire la continuità della protezione quando i dati personali vengono condivisi con terze parti.

Benefici per gli individui dell’UE

Gli individui dell’UE beneficeranno di diverse vie di ricorso nel caso in cui i loro dati vengano gestiti in modo errato dalle aziende statunitensi. Questo include meccanismi di risoluzione delle controversie indipendenti gratuiti e un panel di arbitrato.

Salvaguardie legali statunitensi

Inoltre, il quadro legale statunitense prevede una serie di salvaguardie riguardanti l’accesso ai dati trasferiti nell’ambito del quadro da parte delle autorità pubbliche statunitensi, in particolare per scopi di applicazione della legge penale e di sicurezza nazionale. L’accesso ai dati è limitato a ciò che è necessario e proporzionato per proteggere la sicurezza nazionale.

New call-to-action
 

Accesso al meccanismo di ricorso

Gli individui dell’UE avranno accesso a un meccanismo di ricorso indipendente e imparziale riguardante la raccolta e l’uso dei loro dati da parte delle agenzie di intelligence statunitensi, che include un appena creato Tribunale di Revisione sulla Protezione dei Dati (DPRC). Il Tribunale indagherà e risolverà in modo indipendente i reclami, compresa l’adozione di misure correttive vincolanti.

Facilitazione dei flussi di dati transatlantici

Le salvaguardie messe in atto dagli Stati Uniti faciliteranno anche in generale i flussi di dati transatlantici, poiché si applicano anche quando i dati vengono trasferiti utilizzando altri strumenti, come le clausole contrattuali standard e le regole aziendali vincolanti.

Adeguatezza per l’EU-US Data Privacy Framework: prossime mosse

Il funzionamento dell’EU-U.S. Data Privacy Framework sarà soggetto a revisioni periodiche, da effettuarsi dalla Commissione Europea, insieme ai rappresentanti delle autorità europee per la protezione dei dati e le competenti autorità statunitensi.

La prima revisione avrà luogo entro un anno dall’entrata in vigore della decisione di adeguatezza, al fine di verificare che tutti gli elementi rilevanti siano stati pienamente implementati nel quadro giuridico statunitense e stiano funzionando efficacemente nella pratica.

Come siamo arrivati a questo punto

L’articolo 45(3) del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) conferisce alla Commissione il potere di decidere, mediante un atto di esecuzione, che un paese non appartenente all’UE garantisce ‘un adeguato livello di protezione’ – un livello di protezione dei dati personali che è sostanzialmente equivalente al livello di protezione all’interno dell’UE. L’effetto delle decisioni di adeguatezza è che i dati personali possono fluire liberamente dall’UE (e da Norvegia, Liechtenstein e Islanda) a un terzo paese senza ulteriori ostacoli.

Dopo l’invalidazione della precedente decisione di adeguatezza sul Privacy Shield UE-USA da parte della Corte di Giustizia dell’UE, la Commissione Europea e il governo statunitense hanno avviato discussioni su un nuovo quadro che affrontasse le questioni sollevate dalla Corte.

Nel marzo 2022, la Presidente von der Leyen e il Presidente Biden hanno annunciato di aver raggiunto un accordo di principio su un nuovo quadro per i flussi di dati transatlantici, a seguito di negoziati tra il Commissario Reynders e il Segretario statunitense Raimondo. Nel ottobre 2022, il Presidente Biden ha firmato un Ordine Esecutivo su ‘Miglioramento delle Salvaguardie per le Attività di Intelligence dei Segnali degli Stati Uniti’, che è stato completato da regolamenti emessi dal Procuratore Generale degli Stati Uniti Garland. Insieme, questi due strumenti hanno attuato gli impegni statunitensi raggiunti nell’ambito dell’accordo di principio nel diritto statunitense, e hanno completato gli obblighi per le aziende statunitensi nell’ambito dell’EU-U.S. Data Privacy Framework.

Un elemento essenziale del quadro giuridico statunitense che consacra queste salvaguardie è l’Ordine Esecutivo statunitense su ‘Miglioramento delle Salvaguardie per le Attività di Intelligence dei Segnali degli Stati Uniti’, che affronta le preoccupazioni sollevate dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea nella sua decisione Schrems II del luglio 2020.

Il Framework è amministrato e monitorato dal Dipartimento del Commercio statunitense. La Federal Trade Commission statunitense farà rispettare la conformità delle aziende statunitensi.

Il 10 luglio, la Commissione Europea ha adottato la sua decisione di adeguatezza per l’EU-U.S. Data Privacy Framework. La decisione di adeguatezza conclude che gli Stati Uniti garantiscono un adeguato livello di protezione – paragonabile a quello dell’UE – per i dati personali trasferiti dall’UE alle aziende statunitensi che partecipano all’EU-U.S. Data Privacy Framework.

La decisione di adeguatezza segue la firma da parte degli Stati Uniti di un Ordine Esecutivo su ‘Miglioramento delle Salvaguardie per le Attività di Intelligence dei Segnali degli Stati Uniti’, che ha introdotto nuove salvaguardie vincolanti per affrontare i punti sollevati dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea nella sua decisione Schrems II del luglio 2020. In particolare, i nuovi obblighi erano orientati a garantire che i dati possano essere accessibili dalle agenzie di intelligence statunitensi solo nella misura in cui è necessario e proporzionato, e a istituire un meccanismo di ricorso indipendente e imparziale per gestire e risolvere i reclami degli europei riguardanti la raccolta dei loro dati per scopi di sicurezza nazionale.

WHITEPAPER
Abilitazione al cloud: migrazione, gestione delle applicazioni e sicurezza. Rendi più potente l'IT
Cloud storage
Cloud application
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr