Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ESPERTO RISPONDE

Data protection: cos’è la certificazione CIPP/E e perché può tornare utile in ambito privacy

07 Giu 2019

Diego Padovan

CIPP/E, CDP, Amministratore DPOCC

Rocco Panetta

Avvocato e country leader italiano dell’associazione IAPP


DOMANDA

Cos’è il CIPP/E e perché è una certificazione molto richiesta in ambito privacy?

RISPOSTA

La certificazione dell’International Association of Privacy Professionals (IAPP), denominata Certified Information Privacy Professional Europe (CIPP/E), è uno strumento che attesta le conoscenze individuali del professionista sulle leggi paneuropee ed internazionali in materia di protezione dei dati personali.

Il percorso di certificazione, in lingua inglese, richiede un’ampia conoscenza specialistica in ambito data protection.

Il programma spazia dalle radici dell’attuale quadro normativo caratterizzato a livello europeo ed internazionale dal GDPR come Golden Rule (partendo ad esempio dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 1948 o la Convenzione 108 del 1981), agli organismi deputati al rispetto delle relative regole (ad esempio il Parlamento europeo, la ECJ o le Autorità nazionali), sino all’applicazione pratica, incluso l’ambito dei flussi di dati transfrontalieri.

Il CIPP/E è accreditato dall’American National Standards Institute (ANSI) sulla base dello standard internazionale ISO 17024:2012. Lo strumento è dunque riconosciuto dalle aziende a livello internazionale ed europeo, proprio per il suo approccio teorico-pratico, internazionale e standardizzato, di cui il GDPR è un’importante componente ma non l’unica.

Il professionista che vorrà certificarsi, dovrà aver fatto propri tutti i principi e le regole derivanti dalle maggiori fonti normative vigenti in ambito data protection, incluse alcune peculiarità a livello nazionale, proprio perché ampio è il peso in sede d’esame della verifica della capacità di risolvere situazioni reali.

Da quest’anno è possibile svolgere delle sessioni di training in aula a Roma e Milano prodromiche allo svolgimento dell’esame per la certificazione che è in inglese ed è computer based.

La frequenza di una serie di eventi nazionali ed internazionali permetterà poi di mantenere attiva la certificazione nel tempo.

La IAPP è la più grande ed autorevole associazione di professionisti della protezione dei dati e della privacy al mondo. È una associazione neutrale, che non svolge alcuna attività di lobbying o di advocacy. Con oltre 50.000 iscritti, di cui 15.000 certificati, IAPP fornisce una vasta offerta di servizi ai suoi associati individuali o corporate, in prevalenza sul fronte della formazione, della certificazione e della offerta di eventi internazionali che attraggono i migliori professionisti al mondo.

Mandate i vostri quesiti ai nostri esperti

Quesiti privacy: info@dpocc.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3