LA GUIDA PRATICA

Antivirus online: soluzioni per analizzare e rimuovere malware dal PC senza installare nulla

Gli antivirus online rappresentano un valido complemento dell’antivirus tradizionale in versione desktop e sono molto utili da utilizzare quando quest’ultimo non è disponibile o per aggiungere un secondo livello di protezione al proprio sistema. Ecco una guida pratica al loro utilizzo

16 Apr 2019

Gli antivirus online sono sempre più diffusi e funzionali. Consentono di effettuare, via internet, una scansione completa dell’intero hard disk o di singoli file direttamente dal browser.

Oppure utilizzano piccoli scanner in versione portable che non richiedono alcuna installazione per funzionare.

Cosa fanno gli antivirus online

Nel primo caso consentono esclusivamente di effettuare una scansione virale ma non rimuovono eventuali malware identificati. I secondi, invece, offrono anche un tool di rimozione e rappresentano quindi un valido complemento al classico antivirus in versione desktop, rivelandosi molto utili da utilizzare quando quest’ultimo non è disponibile o per aggiungere un secondo livello di protezione al proprio sistema. Ricordiamo, infatti, che non è consigliabile (e in alcuni casi è addirittura impossibile) installare due antivirus contemporaneamente sullo stesso computer, in quanto i due motori di scansione potrebbero andare in conflitto e “annullarsi” vicendevolmente come possibile minaccia.

WHITEPAPER
Smart building: una guida per semplificare la progettazione della rete

Il vantaggio principale degli antivirus online è che possono essere utilizzati su qualunque computer, anche quelli con scarsa potenza di calcolo e poche risorse hardware in quanto il motore di scansione “gira” su un server remoto.

Di contro, però, gli antivirus online non offrono una protezione in tempo reale del sistema. Pertanto, come accennavamo prima, non possono essere utilizzati come un’alternativa alle classiche soluzioni di sicurezza: rappresentano, semmai, uno strumento di protezione aggiuntivo e molto efficiente per individuare possibili minacce sfuggite al nostro antivirus principale in quanto sono sempre aggiornati con le ultime firme virali e, in alcuni casi, utilizzano più motori di scansione contemporaneamente.

Attenti ai finti antivirus on-line

Il sempre maggiore successo degli antivirus online non poteva non attirare anche l’attenzione dei criminal hacker che, sempre più spesso, pubblicano finti tool di rimozione il cui scopo non è, ovviamente, quello di individuare e rimuovere codici malevoli quanto piuttosto quello di infettare il computer del malcapitato di turno con malware di ogni genere e rubare dati personali e informazioni riservate.

È quindi importante rivolgersi a servizi di antivirus online sicuri e affidabili come quelli che analizzeremo di seguito (soprattutto se questi stessi servizi vengono utilizzati in ambito aziendale per analizzare file e cartelle contenti preziosi asset produttivi), iniziando con quelli che consentono di analizzare solo singoli file per concentrarci poi su quelli che consentono una scansione dell’intero sistema e successiva rimozione delle minacce identificate.

Kaspersky VirusDesk

L’antivirus online di Kaspersky è davvero semplicissimo da utilizzare, anche se la sua interfaccia è in inglese. Di fatto, non bisogna fare altro che trascinare il file o il link al file da sottoporre a scansione antivirale nel campo Drag-and-drop a file or paste a link here oppure cliccare sull’icona a forma di graffetta e caricare il file stesso. Fatto questo, possiamo avviare la scansione premendo il pulsante SCAN.

Dopo pochi secondi, l’antivirus on-line ci darà il responso suggerendoci, in caso di infezione, le operazioni da seguire per ripulire il file dal malware individuato.

Il tool di Kaspersky consente di controllare singoli file con dimensioni massime di 50 MB, ma non consente di ripulirli da eventuali virus.

Se si dispone di più di un file che si desidera scansionare, è sufficiente aggiungerli ad un archivio compresso in formato ZIP e proteggerlo usando la parola “infetto” o “virus” come password.

VirusTotal

VirusTotal è probabilmente l’antivirus online più famoso e sicuramente uno dei più utilizzati. Consente di analizzare l’attendibilità di qualsiasi file utilizzando i motori di scansione di 60 tra i migliori software antivirus disponibili sul mercato.

Offre tre diverse modalità di scansione: tramite file archiviato in locale, tramite collegamento o tramite una ricerca online.

Nel primo caso, spostiamoci sul tab FILE e clicchiamo su Choose file. Scegliamo il file archiviato sull’hard disk che vogliamo sottoporre a scansione, confermiamo con Confirm upload e poi premiamo Uploading 100% per avviare la scansione antivirale. In pochi secondi, otterremo il responso dell’analisi effettuata con tutti i motori di scansione supportati da VirusTotal.

In maniera analoga, possiamo effettuare la scansione di un file archiviato on-line indicandone la URL oppure ancora possiamo analizzare direttamente un dominio Web o un indirizzo IP spostandoci nella scheda SEARCH.

VirusTotal consente di effettuare la scansione di singoli file con dimensioni massime di 128 MB.

VirScan

VirScan è un antivirus online in italiano molto simile a VirusTotal. Supporta infatti numerosi motori di scansione tra i più famosi disponibili sul mercato e consente di effettuare una scansione anche sugli archivi compressi in formato ZIP/RAR.

Per effettuare un controllo antivirus su un file è sufficiente cliccare nella barra in alto su Choose file, caricare il file “sospetto” utilizzando Esplora risorse e quindi cliccare su Scan. Al termine del controllo antivirus, VirScan visualizzerà il risultato della scansione e quanto sia pericoloso e nocivo per il computer il malware identificato.

VirScan consente di effettuare la scansione di singoli file con dimensioni massime di 20 MB. Come nel caso di Kaspersky VirsuDesk, se si dispone di più di un file che si desidera scansionare, è sufficiente aggiungerli ad un archivio compresso in formato ZIP/RAR protetto con password “infected” o “virus”.

ESET Online Scanner

A differenza degli antivirus online analizzati finora, ESET Online Scanner richiede il download e l’utilizzo (non l’installazione) di un piccolo scanner antivirale che consente di analizzare l’intero PC e rimuovere eventuali malware rilevati.

Per utilizzare il tool bisogna innanzitutto collegarsi alla sua home page e cliccare su SCANSIONA ORA per scaricare il file esetonlinescanner_ita.exe. Al termine del download basta quindi un doppio clic sul file EXE per avviare l’interfaccia di ESET Online Scanner.

All’avvio occorre cliccare su Per iniziare, accettare le condizioni d’uso e procedere cliccando ancora Per iniziare. Nella schermata successiva scegliamo se inviare o meno dati anonimi e feedback a ESET e clicchiamo Continua.

Quindi scegliamo se effettuare un Controllo completo del PC, un Controllo rapido o un Controllo personalizzato.

Terminata la scansione del sistema, ESET Online Scanner ci indicherà i passi da seguire per rimuovere eventuali malware identificati nel sistema.

F-Secure Online Scanner

Anche F-Secure Online Scanner richiede l’utilizzo di un semplice tool portable per eseguire la scansione dell’intero sistema.

Il programma trova e rimuove virus, malware e spyware dal PC, è facile da utilizzare, non lascia tracce sul computer e funziona con gli altri software di sicurezza installati.

Dalla home del servizio occorre innanzitutto cliccare su Esegui adesso per scaricare il file F-SecureOnlineScanner.exe. Asl termine del download avviamo la semplice interfaccia del tool con un doppio clic sul file EXE.

Nella schermata che appare clicchiamo Accetta e analizza: conclusa la fase di preparazione della scansione, partirà la scansione completa del PC. Al termine potremo procedere con la rimozione di eventuali minacce identificate.

Yomi: l’antivirus online tutto italiano

Discorso a parte, tra gli antivirus online, merita Yomi: The Malware Hunter: più che di un semplice antivirus, infatti, la soluzione proposta da Yoroi è una piattaforma che consente ai malware hunter (i cacciatori di malware) di rilevare, gestire e analizzare i codici malevoli in tutta sicurezza. Mette infatti a disposizione una sandbox basata su tecnologia open source italiana in cui è possibile eseguire e tenere sotto controllo documenti dannosi, file eseguibili e script senza alcun pericolo (non a caso, gli esperti di sicurezza informatica hanno soprannominato la piattaforma come “il cimitero dei virus”).

La loro esecuzione avviene in un ambiente controllato che consente di analizzare le tecniche di evasione più avanzate utilizzate dai malware che, lo ricordiamo, rappresentano una seria minaccia soprattutto per le aziende e le grandi organizzazioni in quanto potrebbero mettere a rischio le risorse tecniche ed economiche, i preziosi asset industriali e, di conseguenza, la reputazione nei confronti del mercato e dei clienti.

Le minacce malware hanno infatti sviluppato in questi anni la capacità di eludere ogni rilevamento, scavalcando le barriere di sicurezza e rimanendo in silenzio fino a scatenare il loro potenziale malevolo, consentendo ad hacker malvagi, cyber-criminali e spie di rubare segreti, dati, beni digitali e denaro, compromettendo processi aziendali e persino vite umane quando colpiscono le infrastrutture critiche. Per divertimento e profitto.

Il software di Yomi è in grado di condurre un’analisi multilivello sui software malevoli: statica, dinamica e comportamentale, per aiutare gli analisti umani a comprendere la dinamica dell’esecuzione del codice dannoso risparmiando tempo e denaro.

Yomi può analizzare una grande varietà di tipi di file, per ogni tipo di esigenza, sia privata che aziendale, per realtà di piccole e di grandi dimensioni, compresi i pericoli che preoccupano di più i gli utenti comuni e che derivano dal trattamento di documenti PDF, Office, PowerPoint, Word o Excel, anche nei formati compressi.

Yomi è anche capace di ispezionare gli indirizzi e i domini di rete e presenta funzionalità di analisi SSL, per consentire ai “cacciatori di malware” di riconoscere le minacce nascoste che sfruttano la protezione crittografica.

L’utilizzo della piattaforma è semplicissimo. Occorre registrare innanzitutto un account gratuito collegandosi alla pagina dedicata e compilando i campi richiesti.

Al termine, è possibile effettuare il login e accedere a tutti gli strumenti messi a disposizione da Yomi.

WHITEPAPER
Scopri come risolvere in autonomia i problemi quotidiani legati all’IT
CIO
Manifatturiero/Produzione
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr