Le regole

GDPR, nuove linee guida EDPB su titolare, contitolari e responsabile: ecco chi sono e cosa fanno

Nelle linee guida EDPB, pubblicate dopo consultazione, vengono specificati i concetti di titolare, responsabile e contitolari del trattamento dati, figure fondamentali per il rispetto della compliance al GDPR e per garantire i diritti degli interessati: l’autorità spiega chi può ricoprire i ruoli e quali gli ambiti di cui devono occuparsi

14 Lug 2021
Nicoletta Pisanu

Redattrice Cybersecurity360

Chi sono e cosa fanno titolare, responsabile e contitolari, quali sono i rapporti tra queste diverse figure e i requisiti che devono avere per ricoprire il ruolo: l’EDPB ha chiarito tutti questi aspetti nelle nuove linee guida adottate il 7 luglio ed elaborate dopo consultazione pubblica. Si precisano nel documento, in particolare, i concetti delle figure chiave della compliance al GDPR in un trattamento dati, incarichi rilevanti considerando che a esse è demandata la responsabilità relativa al rispetto delle norme sulla data protection e il rispetto dei diritti e delle libertà degli interessati.

Per questi motivi, spiega l’EDPB nel documento, “il significato preciso di questi concetti e i criteri per la loro corretta interpretazione devono essere sufficientemente chiari e coerenti in tutto lo Spazio economico europeo“. Si tratta, aggiunge l’autorità, di “concetti funzionali, in quanto mirano ad attribuire le responsabilità secondo i ruoli effettivi delle parti” ma anche “concetti autonomi nel nel senso che dovrebbero essere interpretati principalmente secondo il diritto di protezione dei dati dell’UE”.

LEGGI le Linee guida EDPB su titolare e responsabile – PDF

Titolare del trattamento, i chiarimenti nelle linee guida EDPB

Tecnicamente, non ci sarebbe alcuna limitazione per assumere il ruolo di titolare, ma l’EDPB spiega che di solito l’incarico è assunto dall’organizzazione e non da un individuo all’interno di essa come per esempio il CEO o un dipendente.

WHITEPAPER
Sicurezza garantita per le tue applicazioni: ecco i 5 passaggi chiave da rispettare
Sicurezza
Software

Il titolare, spiega l’autorità, “decide alcuni elementi chiave del trattamento. Il titolare può essere definito dalla legge o può derivare da un’analisi degli elementi di fatto o delle circostanze del caso. Alcune attività di trattamento possono essere considerate come naturalmente legate al ruolo di un soggetto (un datore di lavoro a dipendenti, un editore agli abbonati o un’associazione ai suoi membri). In molti casi, i termini di un contratto possono aiutare a identificare il titolare, anche se non sono decisivi in tutte le circostanze”.

Gdpr, ecco chi sono (e cosa fanno) il data controller e il data processor

Le competenze

Il titolare determina gli scopi e i mezzi del trattamento dati, cioè in che modo svolgerlo e perché. Tuttavia, può delegare al responsabile del trattamento alcuni aspetti più pratici. L’EDPB chiarisce anche che non è fondamentale che il titolare abbia accesso ai dati che vengono trattati per essere qualificato come titolare.

Il ruolo dei contitolari

Quando più di un soggetto è coinvolto nel trattamento dati, può essere necessario siano nominati contitolari. In particolare, questa figura viene introdotta nel caso di partecipazione di due o più entità nella determinazione delle finalità e dei mezzi di un trattamento dati. 

Un criterio importante, spiega l’EDPB è che “il trattamento non sarebbe possibile senza la partecipazione di entrambe le parti, nel senso che il trattamento da ciascuna parte è inseparabile, cioè inestricabilmente legato. La partecipazione congiunta deve includere la determinazione delle finalità da un lato e la determinazione dei mezzi dall’altro”. 

Linee guida EDPB, il responsabile del trattamento 

Un responsabile del trattamento, come precisato dall’EDPB, è:

  • una persona fisica o giuridica;
  • un’autorità pubblica;
  • un’agenzia o un altro organismo.

Un ente, insomma, che “elabora dati personali per conto del titolare del trattamento”. Le condizioni di base per assumere l’incarico sono:

  • essere un soggetto separato rispetto al titolare del trattamento;
  • trattare i dati personali per conto del titolare.

Il responsabile del trattamento “non deve elaborare i dati se non secondo le istruzioni del titolare del trattamento. Le istruzioni del titolare del trattamento possono ancora lasciare un certo grado di discrezione su come servire al meglio gli interessi del titolare, consentendo al responsabile di scegliere i mezzi tecnici e organizzativi più adatti”, sottolinea l’autorità.

Le possibili violazioni al GDPR

Nelle Linee guida viene precisato che “il responsabile del trattamento viola il GDPR se va oltre le istruzioni del titolare e inizia a determinare i propri scopi e mezzi del trattamento. Il responsabile del trattamento sarà quindi considerato titolare rispetto a quel trattamento particolare e può essere soggetto a sanzioni per essere andato oltre le istruzioni del titolare”. 

Come funziona il rapporto tra titolare e responsabile

Importante che il titolare incarichi responsabili unicamente se sono in grado di fornire garanzie sufficienti all’introduzione di adeguate misure tecniche e organizzative in modo che il trattamento soddisfi i requisiti del GDPR. Gli elementi da prendere in considerazione sono:

  • le conoscenze specialistiche del responsabile del trattamento, per esempio in ambito tecnico;
  • l’affidabilità dell’incaricato del trattamento;
  • le risorse a disposizione del responsabile;
  • la sua adesione a un codice di condotta approvato o a un meccanismo di certificazione.

Qualsiasi trattamento di dati personali da parte di un responsabile “deve essere regolato da un contratto o altro atto legale che deve essere redatto per iscritto, anche in forma elettronica, ed essere vincolante. Titolare e responsabile possono scegliere di negoziare il proprio contratto includendo tutti gli elementi obbligatori o di affidarsi, in tutto o parzialmente, su clausole contrattuali standard“.

Le nuove clausole contrattuali standard della Commissione UE: ecco la privacy post Schrems II

La relazione tra i contitolari

I contitolari, viene precisato nelle linee guida EDPB, “determinano e concordano in modo trasparente le rispettive responsabilità per il rispetto degli obblighi previsti dal GDPR. La determinazione delle rispettive competenze deve riguardare in particolare l’esercizio dei diritti degli interessati e i doveri di fornire informazioni”. Oltre a questo, le competenze dovrebbe coprire altri obblighi del titolare quali:

  • i principi generali di protezione dei dati;
  • la base giuridica;
  • le misure di sicurezza;
  • l’obbligo di notifica delle violazioni dei dati;
  • le valutazioni d’impatto sulla protezione dei dati;
  • l’uso degli incaricati del trattamento;
  • i trasferimenti verso Paesi terzi;
  • i contatti con gli interessati e le autorità di controllo.

Ogni contitolare ha il dovere di assicurarsi di avere una base giuridica per il trattamento e che i dati “non siano ulteriormente trattati in modo incompatibile con le finalità per le quali sono stati originariamente raccolti dal titolare che condivide i dati”.

Non è obbligatorio un contratto, ma è fortemente raccomandato dall’autorità: “La forma giuridica dell’accordo tra contitolari non è specificata dal GDPR. Per il bene della certezza del diritto e al fine di fornire trasparenza e responsabilità, l’EDPB raccomanda che tale accordo sia fatto sotto forma di un documento vincolante come un contratto o un altro atto giuridico vincolante ai sensi del diritto dell’UE o dello Stato membro a cui sono soggetti i contitolari”.

WHITEPAPER
Certificazioni GDPR: tutti i vantaggi per le organizzazioni che vi aderiscono
Legal
Privacy
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr