MODELLO PRIVACY

Privacy e contratti di somministrazione lavoro: adempimenti per il corretto trattamento dati

Parlando di privacy e contratti di somministrazione lavoro è importante regolamentare correttamente e a norma GDPR i rapporti tra agenzia per il lavoro e azienda per quanto concerne il trattamento dei dati personali. Ecco una corretta lettura della questione

Pubblicato il 13 Nov 2019

F
Lorenzo Frascotti

Consulente Privacy e DPO

Assolavoro (l’Associazione di categoria delle agenzie per il lavoro), nella sua circolare n. 4 del 2018 si è espressa su di un tema che ha il sapore del “tecnicismo” ma che in realtà è una questione assai di peso per quelle imprese che utilizzano la cosiddetta somministrazione e quindi si ritrovano a dover gestire privacy e contratti di somministrazione lavoro.

La questione è la seguente: come regolamentare i rapporti fra agenzia per il lavoro e utilizzatore (di seguito “l’azienda”) per quanto concerne il trattamento dei dati personali. Assolavoro propone la lettura fornita dallo Studio Toffoletto De Luca Tamajo secondo cui le parti sono “autonomi titolari del trattamento” e quindi alcun ulteriore adempimento è previsto.

Le ragioni esposte dallo Studio Toffoletto De Luca Tamajo sono assolutamente corrette. Invero, lo stesso afferma che: “è di chiara evidenza che, quando, come nel caso della somministrazione, il lavoratore entra, sia pure senza esserne formalmente dipendente, nell’organizzazione aziendale dell’utilizzatore […] va considerato, a tutti gli effetti, “dentro” la realtà aziendale di cui, appunto, integra l’organizzazione”.

Tuttavia, alcune Agenzie per il Lavoro hanno travisato il contenuto della circolare. In questa sede è utile chiarire.

Privacy e contratti di somministrazione lavoro: esempio pratico

La circolare si riferisce ai trattamenti effettuati dal lavoratore all’interno dell’organizzazione aziendale sotto la responsabilità dell’azienda. È palese anche a chi scrive che alcuna responsabilità possa essere attribuita in capo al somministratore (di seguito “l’agenzia”) per le attività di trattamento effettuate dal lavoratore sotto la direzione dell’azienda.

WHITEPAPER
Perché impostare una strategia di manutenzione dei server?
Datacenter
Sicurezza

Ed è pacifico che sia in capo all’azienda, in questo caso, l’onere di istruire il lavoratore a norma dell’art. 29 del Reg. UE 679/2016 (GDPR) secondo le procedure adottate dalla stessa.

Ma per quanto riguarda i dati personali del lavoratore in quanto interessato, come dovranno comportarsi azienda e agenzia? Per spiegarlo è utile un esempio.

L’azienda si rivolge all’agenzia per acquisire un collaboratore amministrativo in somministrazione. L’agenzia lo assume e lo manda in azienda. Quest’ultima provvederà ad istruirlo circa le proprie procedure privacy.

Tuttavia, l’azienda è tenuta, in ragione del contratto stipulato con l’agenzia, a provvedere alla medicina del lavoro, ai corsi di formazione e alla registrazione delle presenze del lavoratore medesimo.

In azienda, inoltre, è installata la videosorveglianza. In questo caso, appare evidente che l’azienda effettui trattamenti di dati “per conto” dell’agenzia in quanto finalità e mezzi del trattamento sono definite dall’agenzia stessa.

Invero, l’agenzia avrebbe facoltà di richiedere (per esempio) che la rilevazione presenze venga effettuata con diverse modalità (leggi “mezzi del trattamento”). Nella maggior parte dei casi, questa richiesta non viene avanzata (comporterebbe la discriminazione dei lavoratori somministrati), ma questo non significa che rientri da principio nella libertà decisionale dell’Azienda.

Ciò comporterebbe che l’Agenzia per il Lavoro sia tenuta a nominare l’azienda quale responsabile del trattamento a norma dell’art. 28 del Reg. UE 679/2016.

La lettura fornita in questa sede, tuttavia, non appare condivisa dalla maggior parte delle Agenzie per il Lavoro, le quali propongono la versione “autonomi titolari del trattamento”. Tale posizione affermano essere “tacitamente accolta dall’Autorità Garante” che non si è mai espressa né a favore né contro.

Privacy e contratti di somministrazione lavoro: le basi di liceità

A parere di chi scrive, basare il proprio agire sul “silenzio assenso” di un’autority appare quantomeno singolare; sarebbe stato ben più solida la posizione di chi abbia direttamente interpellato l’Autorità Garante e avesse ottenuto un provvedimento specifico.

Invero, la versione “autonomi titolari del trattamento” risulta debole già in partenza, in quanto manchevole di basi di liceità ammissibili.

Impossibile basarla sul consenso, in quanto il lavoratore è impossibilitato ad esprimere un libero consenso a norma dell’art. 7 del Reg. UE 679/2016; impossibile affermare che l’azienda stia adempiendo ad un obbligo legale, almeno per tutti i trattamenti effettuati; impossibile anche affermare che stia salvaguardando gli interessi vitali del lavoratore; l’azienda, altresì, non sta eseguendo compiti di interesse pubblici o connessi ai pubblici poteri.

Quanto al legittimo interesse, in questo caso non si ravvisa in alcun modo. Infine, non si può neppure affermare che il trattamento avvenga per “l’esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte” in quanto l’azienda non ha stipulato con lo stesso alcun contratto e non si può affermare che il trattamento avvenga per l’esecuzione del contratto tra azienda e agenzia.

Sarebbe come affermare che chiunque stipuli un contratto con un altro soggetto sia autorizzato a trattare i dati di terze parti. E non si può neppure affermare che il lavoratore sia, in qualche modo, “parte” nel contratto fra azienda e agenzia, in quanto è evidente che le parti siano due e non tre e che la lettura dell’art. 6 comma 1 lettera b) sia da fornirsi in modo strettamente “contrattuale” e non aperta a interpretazioni.

L’unico modo per basare la liceità del trattamento dei dati del lavoratore appare essere quella sostenuta dallo scrivente, e che il trattamento sia lecito in quanto eseguito da un’azienda nominata responsabile del trattamento per l’esecuzione di un contratto (di lavoro) in cui il lavoratore è sì “parte” insieme all’agenzia.

Un’altra lettura è fornita dall’avv. Paolo Marini di Federprivacy, il quale paventa l’esistenza di una forma di “contitolarità” fra azienda e agenzia, a norma dell’art. 26 del Reg. UE 679/2016. Anche in questo caso ci sentiamo di escludere l’opzione in quanto è impossibile affermare che azienda e agenzia determinino di comune accordo le finalità e i mezzi del trattamento.

Conclusioni

In conclusione, a parere di chi scrive la questione dovrebbe essere regolamentata come segue.

Le Parti si dovrebbero dar atto che la responsabilità per i trattamenti effettuati dal lavoratore all’interno dell’organizzazione dell’azienda sia in capo all’azienda medesima.

Inoltre, azienda e agenzia dovrebbero stipulare un allegato di responsabilità ex art. 28 Reg. UE 679/2016 per quanto compete il trattamento dei dati del lavoratore in cui è l’azienda a figurare quale responsabile e l’agenzia quale titolare.

Fatto salvo l’obbligo dell’azienda di fornire al lavoratore idonea informativa sul trattamento dei dati effettuati per conto dell’agenzia.

WHITEPAPER
Cyber Risk : la guida per gestire il rischio in banca
Sicurezza
Cybersecurity
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr