GUIDA NORMATIVA

Normativa privacy californiana e gestione di un e-commerce: regole operative

Le normative privacy californiane contengono alcune peculiarità che le aziende devono necessariamente considerare per la costruzione e la gestione di un e-commerce. Ecco le regole operative per la conformità al California Consumer Privacy Act e al California Privacy Rights Act

Pubblicato il 14 Mar 2023

Paolo Dammacco

Legal Consultant presso P4I - Partners4Innovation

Andrea Grillo

Senior Legal Consultant presso P4I - Partners4Innovation

Normativa privacy californiana e ecommerce

Il recente provvedimento emesso verso Sephora Inc.[1] e la pubblicazione da parte dell’Office of the Attorney General (“OAG”) di alcuni provvedimenti sanzionatori e ammonitori, si prestano come importanti riferimenti al fine di affrontare gli obblighi imposti dalle normative californiane in materia di protezione dei dati personali, il California Consumer Privacy Act (“CCPA”) e, a partire dal 2023, il California Privacy Rights Act (“CPRA”).

La CPRA non ha stravolto il preesistente framework normativo in California, ma ha modificato o integrato alcuni aspetti della CCPA[2].

Le normative contengono alcune peculiarità che le aziende devono necessariamente considerare per la costruzione e gestione di un e-commerce.

CCPA, la legge privacy californiana si aggiorna con gli strumenti che ne promuovono l’applicazione

Il campo di applicazione

Il primo aspetto da considerare è il campo di applicazione territoriale ed extraterritoriale del framework normativo. Esso si applica alle imprese aventi scopo di lucro che:

  1. acquistano, ricevono o vendono le informazioni personali di 100.000 o più residenti in California;
  2. ricavano il 50% o più delle loro entrate annuali dalla vendita di informazioni personali di residenti in California.

Informativa sulle attività di trattamento dati

Similarmente al Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (“GDPR”), il principio di trasparenza impone alle aziende di fornire ai propri utenti tutte le informazioni relative all’attività di trattamento effettuata.

Le aziende devono fornire ai consumatori un avviso tempestivo, al momento della raccolta o prima di essa, sulle categorie di informazioni personali che saranno raccolte e sulle finalità per le quali tali categorie di informazioni personali saranno utilizzate.

Ad esempio, un’azienda che raccoglie informazioni personali dei consumatori online, può pubblicare un link all’informativa sulla pagina introduttiva del proprio sito web e su tutte le pagine in cui vengono raccolte informazioni personali.

Le aziende devono includere nell’informativa, al momento della raccolta:

  1. un elenco delle categorie di informazioni personali da raccogliere. Ogni categoria di informazioni personali deve essere descritta in modo tale da fornire ai consumatori una comprensione significativa delle informazioni raccolte;
  2. le finalità per le quali le categorie di informazioni personali saranno utilizzate;
  3. un link all’informativa sulla privacy dell’azienda.

L’informativa deve essere presentata in modo da essere facilmente leggibile e comprensibile per i consumatori e dovrà essere:

  1. scritta in un linguaggio semplice e diretto;
  2. presentata in un formato che attiri l’attenzione del consumatore sull’avviso e lo renda leggibile;
  3. disponibile nelle lingue in cui l’azienda fornisce normalmente contratti e altre informazioni ai consumatori californiani;
  4. ragionevolmente accessibile ai consumatori disabili.

Do not sell my personal information

Le normative garantiscono diversi diritti ai cittadini californiani, incluso il diritto di rinunciare alla vendita di informazioni personali.

Ma cosa si intende esattamente per “vendita”? Con tale termine si intende: “la vendita, la locazione, il rilascio, la divulgazione, la diffusione, la messa a disposizione, il trasferimento o altre comunicazioni orali, scritte o elettroniche o di altro tipo, di informazioni personali del consumatore da parte dell’impresa a un’altra impresa o a un terzo”. Il CPRA ha esteso ulteriormente il concetto di “sell” e vi ha incluso anche quello di “share”, risolvendo qualsiasi dubbio circa l’interpretazione di tale termine ai sensi delle normative rilevanti.

Le aziende che compiono tali operazioni sui dati personali dei consumatori californiani dovranno:

  1. informare i consumatori della “vendita” delle informazioni personali dei consumatori a terzi e che i consumatori hanno il diritto di rinunciare a tali vendite;
  2. pubblicare sul loro sito o piattaforma e-commerce un collegamento “Do not sell or share my personal information” che indirizzi i consumatori a una pagina Web in cui possano esercitare il diritto di rinunciare alla vendita delle proprie informazioni personali;
  3. fornire un collegamento al form per l’esercizio dei diritti sulla home page e su qualsiasi pagina che raccolga informazioni personali;
  4. permettere di inviare le richieste di do not sell senza dover creare un account;
  5. comunicare ai consumatori le categorie di fornitori e terze parti con cui vengono condivise le informazioni personali.

Tale regola risulta applicabile anche ai sistemi di tracciamento online (cookies) ed implica che se un’azienda consente a una “terza parte” di raccogliere informazioni personali mediante cookies per uno “scopo commerciale”, dovrà consentire all’utente di rinunciare all’uso di tali cookie di terze parti e alla raccolta e all’uso di informazioni personali in quanto ciò costituirebbe una “vendita”.

L’importanza dell’osservanza di tali adempimenti è dimostrata da un recente provvedimento adottato dall’OAG verso un rivenditore online di abbigliamento, reo di non aver adottato un processo di opt-out conforme. Il link “Do not sell my personal information” riconduceva ad un’opzione che permetteva di gestire i cookies e tecnologie simili, ma non presentava un meccanismo che permettesse di interrompere la vendita di informazioni personali.

Sarebbe opportuno, inoltre, che le aziende conservassero per almeno 24 mesi, un registro delle richieste dei consumatori presentate ai sensi della CCPA e modalità con cui si è fornito un riscontro a tali richieste di opt-out. Le registrazioni possono essere conservate in un formato cartaceo o in formato log a condizione che siano incluse le seguenti informazioni:

  1. la data della richiesta;
  2. la natura della richiesta;
  3. il modo in cui è stata presentata la richiesta;
  4. la data della risposta; e) la natura della risposta;
  5. la base per il rifiuto della richiesta, se questa è stata respinta in tutto o in parte.

Rapporti tra l’impresa e i fornitori

Un’eccezione al do not sell personal information è rappresentata dai trasferimenti dei dati personali verso service provider. Nel caso in cui vengano trasferite informazioni dei clienti ai c.d. service provider, questi non saranno “travolti” da un eventuale esercizio del diritto di opposizione (“do not sell”) da parte dell’interessato.

Ai sensi del CPRA, per qualificarsi come rapporto tra azienda e fornitore di servizi, il trasferimento di informazioni personali deve essere conforme a un contratto scritto che proibisce al service provider di conservare, utilizzare o divulgare le informazioni personali per qualsiasi scopo diverso da quello individuato nel contratto.

Il CPRA aggiunge la categoria dei “contractors”, definiti come entità a cui le aziende “mettono a disposizione” informazioni personali o che “utilizzano” informazioni personali. Ai sensi del CPRA, gli accordi con tali soggetti dovranno contenere alcuni requisiti aggiuntivi, riportati di seguito.

Il contratto con la terza parte, il contractor o il service provider deve:

  • obbligare l’entità ricevente a rispettare il CPRA e a fornire i livelli di protezione della privacy richiesti dal CPRA;
  • specificare che le informazioni personali sono vendute/condivise o divulgate solo per scopi limitati e specifici;
  • concedere all’azienda i diritti di adottare misure ragionevoli e appropriate per garantire che l’entità ricevente utilizzi le informazioni personali in modo coerente con il CPRA;
  • richiedere all’entità ricevente di informare l’azienda se non è più in grado di adempiere ai propri obblighi ai sensi del CPRA;
  • concedere all’azienda il diritto, previa notifica, di adottare misure ragionevoli per interrompere e porre rimedio all’uso non autorizzato delle informazioni personali da parte dell’entità ricevente;
  • stabilire che all’entità ricevente è vietato:
  1. vendere o condividere le informazioni personali;
  2. conservare, utilizzare o divulgare le informazioni personali per qualsiasi scopo diverso da quello specificato nel contratto;
  3. conservare, utilizzare o divulgare le informazioni personali al di fuori del rapporto commerciale diretto specificato nel contratto; e
  4. combinare le informazioni personali ricevute con le informazioni personali ricevute da un’altra azienda o che essa stessa raccoglie.

Se un fornitore di servizi o un appaltatore assume un sub-responsabile, è tenuto a informare l’azienda e stipulare un contratto con il sub-responsabile che soddisfi i requisiti di cui sopra.

Inoltre, il contractor deve consentire all’azienda di monitorare la propria conformità al contratto attraverso revisioni continue o audit regolari, almeno una volta ogni dodici mesi.

Loyalty programs

Le aziende devono prestare particolare attenzione anche all’organizzazione dei loyalty programs e all’offerta ai consumatori californiani di sconti su prodotti e servizi. Per tali finalità, le normative californiane richiedono la pubblicazione di un’apposita Notice of Financial Incentive e l’implementazione di un meccanismo di opt-in.

Una recente azione di enforcement da parte dell’OAG ha “costretto” le aziende a:

  1. modificare le interfacce online, al fine di indirizzare i consumatori alla Notice of Financial Incentive tramite uno specifico “deep link”;
  2. ridefinire i metodi di iscrizione ai loro loyalty programs e acquisire il consenso esplicito, nonché fornire ai consumatori il diritto di ritirarsi dal programma in qualsiasi momento;
  3. modificare le loro Notices of Financial Incentive, fornendo ai consumatori i termini materiali dell’incentivo, ovvero, le modalità con cui l’azienda utilizza le informazioni personali dei consumatori raccolte per concedere l’incentivo finanziario.[3]

Conclusioni

I recenti provvedimenti ammonitori e sanzionatori comminati dal Procuratore Generale dello Stato della California impongono alle aziende una necessaria valutazione dei livelli di compliance alle normative californiane dei siti di e-commerce accessibili a utenti e clienti californiani.

Riassumendo quanto detto nei paragrafi precedenti, le aziende dovrebbero (i) predisporre un’informativa in modo tale da fornire ai propri utenti tutte le informazioni relative all’attività di trattamento effettuata e pubblicarla sul proprio sito di e-commerce; (ii) adottare un meccanismo di opt-out che consenta agli utenti di fermare la vendita e/o la condivisione a terze parti dei propri dati personali; (iii) predisporre e pubblicare un’ulteriore informativa per l’offerta di sconti su prodotti e servizi e richiedere, a tal fine, il consenso attivo dell’utente.

Oltre a tali adempimenti normativi, è opportuno che le aziende valutino la possibilità di adottare processi e procedure che permettano di gestire nel modo più ottimale le diverse richieste che possono provenire dai consumatori.

 

NOTE

  1. Attorney General Bonta Announces Settlement with Sephora as Part of Ongoing Enforcement of California Consumer Privacy Act | State of California – Department of Justice – Office of the Attorney General

  2. Le modifiche che saranno introdotte dal CPRA includeranno, inter alia: (i) l’introduzione di nuovi diritti per i consumatori quali il diritto di rettifica dei dati, il diritto di limitazione all’utilizzo dei dati sensibili; (ii) una nozione di dati sensibili che includerà informazioni quali il SSN, numeri di patente, informazione biometrica, geolocalizzazione, origine razziale ed etnica; (iii) la creazione della California Privacy Protection Agency.

  3. Ad esempio a scopo di vendita, profilazione dei consumatori, personalizzazione offerte e altre attività di marketing.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 4