cybersecurity360summit

Baldoni: “Ecco cosa farà nel 2023 l’Agenzia della cyber, per una Italia più protetta”

Vediamo cosa farà l’Agenzia nel 2023, mantenendo uno stretto controllo sugli 82 obiettivi affinché tutti questi vengano centrati entro i tempi dati. Per far sì che il nostro paese sia tra quelli in grado di gestire una trasformazione digitale, mantenendo basso il rischio connesso

27 Ott 2022
B
Roberto Baldoni

Direttore Agenzia nazionale cybersicurezza

Cercherò di dare alcuni punti essenziali per quanto riguarda quello che è stato fatto in quest’anno, fin quindi fino praticamente a fine settembre. E quello che dovremmo fare nel 2023 in poi e anche cercare di far capire quali sono le minacce più importanti per quanto riguarda il nostro paese.  

Quest’anno è stato l’anno della costituzione dell’Agenzia per la cybersecurity nazionale. Noi di fatto abbiamo avuto i decreti, i regolamenti diciamo di attuazione dell’Agenzia, pubblicati il 27 dicembre dell’anno scorso, quindi siamo in una fase di crescita molto forte. 

La crescita dell’Agenzia è la crescita del Paese

Arriveremo alla fine dell’anno intorno alle 160 persone considerate che a settembre dell’anno scorso l’unico dipendente dell’Agenzia ero io solo fondamentalmente. Rispetteremo la scadenza di arrivare a 300 persone per la fine del 2023 e su questo lavoro devo ovviamente ringraziare funzionari, dirigenti che hanno aiutato a raggiungere questo obiettivo.

WHITEPAPER
Il cloud è una scelta non più rimandabile: scopri ora tutti i vantaggi
CIO
Cloud

Le otto urgenze cyber security del Governo Meloni

Crescita per noi è la prima cosa, crescita di una struttura dove all’interno tutti sappiano ragionare di cybersecurity, dal primo funzionario fino al direttore generale. 

Obiettivo, rendere l’Italia un paese sicuro per il decollo piattaforma digitale nazionale. E così mantenere il nostro benessere di Paese e la nostra prosperità nell’era digitale.

Le 82 misure della strategia in fase implementativa

Allora per questo è stata fatta un documento programmatico sul quale noi tutti ci riconosciamo, che è la strategia nazionale di cybersecurity. Sono 82 obiettivi, 82 misure che coinvolgono tutte le amministrazioni dello Stato e sulle quali è già iniziata la fase di implementazione. 

A partire dal 2023. Si va dalla parte tecnica, valutazione di dispositivi con la la creazione del CVCN che è avvenuta a luglio e ha poi avuto l’innesto di diverse decine di unità di personale. Questo sarà un asset, una capacità molto importante per il paese perché ci permetterà di attenuare il rischio tecnologico che tutti gli Stati hanno davanti.

L’aumento degli attacchi e il ruolo dell’Agenzia

D’altra parte è stato anche un anno di grande incremento, specialmente nel mese di ottobre, degli attacchi informatici. 

Abbiamo visto, diciamo toccato con mano che cosa vuol dire attaccare i gangli vitali per il paese e devo dire che in questo processo di crescita l’Agenzia ha assunto un ruolo importante per tutto quello che riguarda l’allertamento delle grandi aziende, delle pubbliche amministrazioni rispetto ad attacchi che erano in procinto di arrivare. 

Nello stesso tempo, alle aziende e alle pubbliche amministrazioni attaccate si è un aiuto importante per il ripristino dei servizi. 

Mi riferisco agli ospedali di Milano, agli ospedali di Torino. A Ferrovie dello Stato, al MITE, giusto per dare degli esempi, ovviamente non esaustivi, del numero di volte in cui l’Agenzia è intervenuta. 

E nel giro di 8-9 giorni siamo riusciti a rimettere su i sistemi

Cosa bisogna fare ora

È abbastanza? No, non è abbastanza, dobbiamo migliorare, dobbiamo avere più personale che si occupi di queste cose.

Più forti partnership con i privati

Dobbiamo avere una collaborazione forte con i privati perché non sarà comunque da sola l‘agenzia nazionale a poter risolvere problematiche che possono arrivare da un attacco zeroday e quindi magari con decine o centinaia di incidenti contemporanei all’interno del nostro Paese.

Dovremo lavorare con i privati, dicevo, e questo è previsto nella strategia proprio per arrivare a una qualifica dell’incidente response anche nel settore nel settore privato. 

Questo perché dobbiamo aumentare tra virgolette le nostre truppe sul territorio per poter dare supporto alle piccole e medie imprese, alle pubbliche amministrazioni. 

Più autonomia strategica, il ruolo delle startup e del cloud nazionale 

Saltando poi a un’altra problematica, dobbiamo aumentare il livello di autonomia strategica a tecnologica dell’Italia.

Lo dobbiamo fare, è previsto nella strategia. Stiamo lavorando su una serie di bandi che usciranno nel diciamo entro la fine dell’anno e poi ce ne saranno altri. Per quanto riguarda il 2023 per due obiettivi. 

Di fondo, dobbiamo iniziare a coordinare tutti quelli che sono gli incubatori sul territorio, fare un assessment di quella che è la capacità in termini di startup per quanto riguarda il nostro paese. Successivamente agire, aiutare, supportare queste startup per poter iniziare a pianificare una capacità anche tecnologica di collaborazione con tutti i partner europei. 

Ma è un percorso che noi non possiamo fermare, quindi noi andremo avanti per la nostra strada e ovviamente cercando il massimo delle collaborazioni, in particolare con Francia e Germania, con le quali siamo giornalmente in contatto proprio per cercare di capire come aumentare questa autonomia e quindi diminuire le dipendenze da tecnologie straniere. Da questo punto di vista, ovviamente è estremamente importante il processo che si è messo in atto con il cloud nazionale. 

L’Agenzia è pienamente coinvolta all’interno di questa iniziativa. L’Agenzia assicurerà la continuità nel progetto in maniera tale da poter assicurare all’Italia una capacità, diciamo su questa tecnologia da un punto di vista diciamo di conduzione, certamente. E poi magari un giorno da un punto di vista anche tecnologico.

Lavoreremo per questo e assicureremo, ripeto, quella continuità progettuale affinché ciò che si è sviluppato continuerà nel futuro e darà l’Italia il mattone fondamentale dell’autonomia strategica che è quello di come conservare i dati, avere una gestione dei dati, avere una sovranità, una sovranità dei dati. 

La svolta culturale

Ma non basta ancora abbiamo bisogno di agire dal punto di vista culturale. 

Per questo motivo col ministero dell’Istruzione, con una serie di Regioni, stiamo lavorando per arrivare nel più breve tempo possibile a un accordo, per creare corsi, professionalità sul territorio per poter dare competenze ai nostri giovani, non necessariamente iscritti alle lauree universitarie. 

Avremo quindi sempre più corsi corsi che possono assicurare a loro un lavoro all’Italia una autonomia strategica anche per quanto riguarda. 

In conclusione

La sfida è avere una capacità in termini di workforce necessaria per supportare la trasformazione digitale di tutto il nostro paese. 

Questo sarà il nostro impegno a partire già dai prossimi giorni e io spero che a breve potranno questo impegno potrà anche trasformarsi in risultati pratici e utili per il paese.

Quindi:

  • formazione della workforce e della cultura cyber, anche in ottica di sovranità tecnologica 
  • Resilienza dal punto di vista di attacchi

Questa è la missione dell’Agenzia. Questo è ciò che noi faremo nel 2023, mantenendo uno stretto controllo sugli 82 obiettivi affinché tutti questi vengano centrati entro i tempi che ci siamo dati, che ha dato il Presidente del Consiglio e che dobbiamo rispettare per far sì che il nostro paese entri a pieno titolo nella categorie di quei Paesi che sono in grado di gestire una trasformazione digitale, mantenendo basso il rischio connesso a questa connesso.

Trascrizione dell’intervento di Roberto Baldoni al Cybersecurity360Summit del 27 ottobre a Roma

WHITEPAPER
Trasferire i processi in cloud è una scelta non più rimandabile: ecco perché
Cloud
Digital Transformation
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5