Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Pagamenti digitali: ecco perché servono nuovi standard e più sicurezza

17 Lug 2018

La carta di credito virtuale per i pagamenti digitali si sta diffondendo anche in Italia come strumento alternativo per le transazioni cliente-fornitore, con diversi vantaggi rispetto al bonifico: ottimizzazione del cash flow, miglior controllo delle spese, semplificazione dei processi interni. L’articolo Pagamenti B2B, l’ascesa della carta di credito virtuale, pubblicato da Digital4Executive ne illustra l’evoluzione prendendo spunto da un convegno organizzato da AirPlus International (Gruppo Lufthansa), con Piteco e MasterCard.

E questo è solo un esempio: un intero portale, Pagamenti digitali, del Gruppo Digital 360 è dedicato a questa tematica e tra i tanti articoli pubblicati segnaliamo, tra i più recenti, Milano sempre più Smart City con i pagamenti contactless di ATM Milano, che concretizza il concetto di Smart City in un servizio digitale che agevola l’accesso al trasporto pubblico.

I servizi per i pagamenti digitali sono in crescita esponenziale, con un impatto importante sul settore Finance, come si legge nell’articolo Finance, i fattori esterni e interni che stanno trasformando il settore pubblicato da ZeroUno, ma anche sui nostri digital wallet che rischiano di essere messi in pericolo se i fornitori di servizi non adottano adeguate misure di protezione.

Diventa quindi più che mai essenziale porre la sicurezza al primo posto nello sviluppo di questi sevizi, come mette in guardia MasterCard nell’articolo Pagamenti digitali, MasterCard: “Servono nuovi standard e più sicurezza”, pubblicato sempre da Pagamenti Digitali.

A cura di Patrizia Fabbri, Caporedattore di ZeroUno

Articolo 1 di 5