LA SOLUZIONE

Microsoft Power Platform e la digitalizzazione dei processi di security

Le diverse componenti della Microsoft Power Platform consentono oggi di realizzare, con facilità e in tempi brevi, app personalizzate per la digitalizzazione dei processi, anche in ambito security, integrando soluzioni innovative, ma gestibili in maniera semplice e sicura

15 Nov 2022

Considerate le attuali tendenze e gli scenari di mercato, oggi più che in passato le organizzazioni si affidano a tecnologie di automazione e digitalizzazione dei processi per migliorare l’efficienza, ridurre i costi e fornire la necessaria flessibilità. Con budget operativi più snelli, non ci si può più permettere di sprecare risorse in attività ripetitive e dispendiose in termini di tempo.

Non sono solo i dipendenti ad essere danneggiati da flussi di lavoro inefficienti ma anche i C-level, e in generale i manager, che devono dedicare parte del loro tempo ad attività che potrebbero essere automatizzate. La verità è che, nell’economia moderna, nessuna organizzazione può sperare di ottimizzare i propri flussi di lavoro e profitti senza integrare l’automazione nei propri processi.

Digitalizzazione dei processi aziendali

Oggi le aziende digitalizzano una o più attività tramite un insieme di tecnologie che combinano la riprogettazione dei processi fondamentali con l’automazione degli stessi e l’apprendimento automatico. Si tratta di miglioramenti tramite soluzioni che supportano il lavoro umano, automatizzando le attività ripetitive, replicabili e di routine, con conseguente miglioramento dell’esperienza degli utenti, semplificando le interazioni e velocizzando i processi.

Le leve tradizionali dell’automazione basate su regole sono evolute, integrando capacità decisionali, grazie ai progressi nel deep learning e nelle tecnologie cognitive.

I benefici di questa trasformazione sono molto rilevanti:

  1. un’efficienza radicalmente migliorata;
  2. un aumento delle prestazioni e della soddisfazione dei lavoratori;
  3. una riduzione dei rischi operativi;
  4. un miglioramento della qualità complessiva dei risultati.

La Power Platform

Le tecnologie aiutano le aziende a creare soluzioni automatizzate. Con il giusto strumento di automazione è possibile creare applicazioni per gestire i processi tramite workflow digitali e fornire reportistica per il monitoraggio di KPI. La soluzione ideale dovrebbe essere in grado di:

  1. automatizzare l’inserimento dei dati tramite integrazioni native;
  2. analizzare, elaborare e gestire i dati integrati nella piattaforma;
  3. estrarre e/o inviare i dati a fonti esterne tramite integrazioni con diversi connettori;
  4. offrire un’interfaccia come unico punto di accesso, che sia user friendly e integrata con gli strumenti di collaborazione utilizzati quotidianamente dagli utenti.

Microsoft, tra la vasta gamma di prodotti presenti nella propria offerta, propone la Power Platform come strumento integrato nei servizi Cloud per sviluppare soluzioni attraverso un uso limitato di codice.

Entrando più nel dettaglio la suite offre i seguenti prodotti:

  1. Power App, che abilita la creazione di app professionali a basso contenuto di codice per permettere agli utenti di creare “from scratch”;
  2. Power Pages, che consente di creare siti Web aziendali low-code, partendo da modelli pre-esistenti, oppure completamente personalizzabili, integrando anche strumenti di sviluppo più complessi e la gestione di sicurezza e governance;
  3. Power Automate, che abilità l’automazione dei processi permettendo l’integrazione nativa con tutti gli strumenti Microsoft e con sistemi terzi, grazie ai numerosi connettori messi a disposizione;
  4. Power BI, che consente l’analisi dei dati in tempo reale a partire da molteplici Data Source in Cloud o on Premises, così da monitorare i dati dell’organizzazione e poter agire in modo tempestivo e proattivo;
  5. Power Virtual Agen, che abilita la creazione di chatbot intelligenti senza uso di codice, sfruttando il motore di automazione Power Automate, con l’obiettivo di interagire meglio con i clienti e migliorare la produttività.

Use case: processi di security

La Power Plaftorm di Microsoft si presta a innumerevoli scenari di utilizzo e Protiviti ha supportato con successo diverse organizzazioni anche nella digitalizzazione dei processi di security, realizzando app custom, ad esempio, per processi di Cyber Risk Assessment, Business Impact Analysis e Security by Design.

In tutti i casi le attività presentavano una serie di criticità che impattavano direttamente sull’efficienza operativa, dal momento che si svolgevano in larga parte in maniera manuale, ricorrendo a strumenti classici, quali fogli Excel, documenti Word e scambi di e-mail. Spesso le attività prevedevano una serie di interviste con numerosi passaggi intermedi ed un elevato numero di stakeholder coinvolti, risultando quanto mai impegnative in termini di forza lavoro e tempo impiegati, nonché facilmente esposte a errori.

A tali problematiche si è ovviato integrando nella custom app tutte le funzionalità messe a disposizione dalla Power Platform, coniugando i workflow automatizzati di Power Automate e la reportistica di Power BI con i flussi di dati già disponibili e importati tramite la vasta gamma di connettori disponibili. In tal modo è sato possibile replicare e ottimizzare agevolmente i processi senza stravolgerli e, in assenza di piattaforme esistenti che permettessero un adeguamento alle metodologie in uso, lo sviluppo di Power App customizzate si è dimostrato lo strumento migliore per valorizzare gli strumenti già in uso. Una volta definiti i requisiti funzionali della soluzione si è provveduto, quindi, a predisporre la base dati e a delineare le caratteristiche e l’aspetto dell’app, allineandolo agli standard adottati dai clienti, in linea con l’identità del brand.

Impiegando al meglio gli strumenti della Power Platform, si sono ottenuti importanti benefici, quali:

  • elevato grado di automazione dei processi;
  • facilità di utilizzo;
  • riduzione delle attività intermedie;
  • tracciabilità delle attività;
  • immediato aggiornamento, visualizzazione e condivisione della reportistica.

Il processo di Cyber Security Assessment, ad esempio, è stato reso più lineare e gestibile, riunendo in un’unica interfaccia le varie fasi di censimento degli asset, classificazione delle informazioni trattate, valutazione di minacce e controlli implementati, fino alla sezione di risultati e reportistica. Le verifiche manuali che erano svolte tramite filtri e formule su fogli Excel sono state integrate direttamente nel motore di calcolo dell’applicazione, rimuovendo possibilità di errori e facilitando sia gli utenti in sede di inserimento degli input, sia i responsabili di processo in sede di validazione degli output.

Le procedure di approvazione e invio di solleciti sono state inoltre gestite con workflow automatizzati, che intervengono secondo tempistiche definite o al verificarsi di determinate condizioni, ad esempio notificando ai responsabili la conclusione di un assessment o l’avvicinarsi delle scadenze definite. L’attività di inserimento dati genera automaticamente la reportistica di dettaglio visualizzata tramite report di Power BI: i dati sono rappresentati dinamicamente, permettendo una consultazione semplice ed immediata, con la possibilità di produrre facilmente analisi filtrando i dati di interesse in base a criteri temporali, geografici o a livello di singoli asset, minacce eccetera.

Tutto ciò riunito in un’unica interfaccia coerente e user-friendly, studiata appositamente in funzione delle necessità delle singole organizzazioni, aggiungendo funzionalità specifiche per venire incontro alle esigenze di business o per facilitare gli utenti, ad esempio, prevedendo richiami a policy e procedure interne, nonché fornendo una user guide sempre accessibile per agevolare l’inserimento dati e, in generale, sfruttando un l’interfaccia Microsoft già conosciuta dagli utenti.

Infine, la sicurezza della soluzione non è mai trascurata, permettendo un controllo capillare degli utenti con profilazione specifica che permette di tracciare le attività e abilitare o disabilitare la possibilità di compiere determinate azioni o avere accesso/modificare record e campi. Ciò permette, inoltre, di configurare ruoli da amministratore che hanno accesso alle impostazioni dell’app, intervenendo, ad esempio, sul framework di controlli e minacce, sui pesi utilizzati o sui criteri di valutazione definiti.

La possibilità di effettuare modifiche in autonomia direttamente dalla sezione di configurazione accessibile agli amministratori riduce le attività di ticketing e intervento da parte di personale specializzato e sviluppatori, limitando l’assistenza alle sole modifiche sostanziali dell’app.

Conclusioni

In una prima fase la digitalizzazione dei processi ha riguardato principalmente processi di business che possono essere considerati mission critical, ma oggi, grazie alla disponibilità di soluzioni di semplice adozione, anche processi interni quali quelli di Security possono beneficiare dell’utilizzo della tecnologia per aumentarne l’efficienza.

Protiviti, grazie alla profonda conoscenza dei processi aziendali e sfruttando le competenze maturate nel corso degli anni quale Partner di Microsoft, ha supporto diverse aziende da un punto di vista tecnico e consulenziale nei progetti di trasformazione digitale, applicando nuove soluzioni per la digitalizzazione.

Al fine di consentire alle aziende di toccare con mano i benefici della digitalizzazione, Protiviti – grazie alla partnership con Microsoft – può organizzare workshop dedicati all’approfondimento delle diverse tecnologie utili alla digitalizzazione dei processi.

Contributo editoriale sviluppato in collaborazione con Protiviti – Microsoft

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5