Garante privacy

Accesso ai dati, perché è illecito imporre un modulo agli utenti: il caso Unicredit

A giugno 2022 il Garante privacy si è espresso irrogando una sanzione da 70.000 euro a Unicredit alla luce di un reclamo presentato da un lavoratore che aveva voluto esercitare il suo diritto di accesso ai propri dati e gli era stato chiesto di compilare un modulo per rendere più precisa l’istanza, senza il quale non si è dato seguito alla domanda

07 Set 2022
Nicoletta Pisanu

Redattrice Cybersecurity360

Compilare un modulo per accedere ai propri dati è lecito, ma sussiste una violazione del GDPR se l’assolvimento di questo compito è condizione necessaria per espletare la richiesta di accesso da parte di un interessato.

Una decisione del Garante privacy italiano del giugno 2022, con cui l’autorità ha sanzionato la banca Unicredit per 70.000 euro, permette di approfondire questo ambito: “Si tratta a ben vedere dell’applicazione di quanto già previsto in maniera chiara dalla normativa GDPR, seppur meglio specificato nelle linee guida dell’EDPB del febbraio scorso, sul diritto di accesso”, commenta l’avvocato Andrea Michinelli.

Accesso ai dati, come fare: tutte le istruzioni dell’EDPB nelle nuove linee guida

L’antefatto

Un cittadino ha presentato reclamo lamentando “presunte violazioni del Regolamento, da parte di Unicredit Spa, con riferimento al mancato riscontro alla richiesta di accedere ai dati personali trattati nell’ambito del rapporto di lavoro ai sensi dell’articolo 15 del Regolamento”, si legge nelle carte del Garante.

WHITEPAPER
Certificazioni GDPR: tutti i vantaggi per le organizzazioni che vi aderiscono
Legal
Privacy

In particolare, il reclamo verteva sulla mera risposta interlocutoria della banca a un’istanza di accesso ai dati presentata nel marzo 2019 dal reclamante, il quale ha lamentato anche “il mancato adeguamento della valutazione della prestazione lavorativa relativa al 2008 e, di conseguenza, alla corretta ricostruzione della carriera lavorativa”, in seguito a una dichiarazione di illegittimità da parte dell’autorità giudiziaria di una sanzione disciplinare che era stata comminata dalla società al reclamante e di non validità di un giudizio negativo relativo all’anno 2008.

Il giudizio non era stato cancellato, infatti, ma era stato solo aggiunto il riferimento alla sentenza e quindi la non validità della valutazione.

La replica di Unicredit

La società aveva replicato di aver risposto dopo quattro giorni al reclamante sostenendo la necessità di compilare un modulo presente su un sito aziendale per poter accedere ai dati perché la richiesta era troppo generica, in quanto riguardava qualsiasi tipologia di dato. La banca ha spiegato anche di aver predisposto “modalità di riscontro differenziate per tipologia di interessati, distinguendo tra dipendenti in servizio, ex dipendenti, altri interessati. Con specifico riferimento al diritto di accesso, per i dipendenti in servizio è previsto che la richiesta pervenga tramite il canale HR web ticket […] allegando il modulo”, la cui compilazione, si legge nelle carte del Garante “ha il solo scopo di agevolare il richiedente e rendere più facilmente intellegibile l’oggetto della richiesta, riducendo il rischio di dover chiedere chiarimenti o di fornire risposte non adeguate”.

Riguardo ai giudizi, Unicredit ha spiegato che in conformità alla relativa sentenza della Corte d’Appello, il reclamante era stato rimborsato dei dieci giorni di retribuzione del periodo di sospensione, oltre a rettificare la valutazione negativa nel fascicolo del lavoratore.

Accesso ai dati, cosa dice il GDPR

Secondo la normativa, il titolare del trattamento deve valutare e dare seguito a tutte le richieste di accesso ai dati, le quali non per forza devono essere vincolate alla compilazione di un modulo. Dunque, predisporre un modulo la cui compilazione è prerogativa necessaria per ottenere le informazioni rappresenta una barriera all’esercizio del diritto di accesso. In più, secondo l’articolo 12 del GDPR inoltre, il titolare deve fornire le informazioni entro trenta giorni, lo stesso tempo previsto affinché il titolare invii le proprie motivazioni nel caso non accogliesse la richiesta di accesso.

Per Michinelli, “è comprensibile che la Banca abbia richiesto maggiori dettagli alla persona, che abbia cercato di limitare il perimetro di ricerca dei dati richiesti (cosa che potrebbe essere piuttosto onerosa, lato titolare) – tuttavia ciò non può andare a detrimento delle garanzie stabilite nel GDPR per la tutela dei diritti degli interessati. L’uso di modulistica è il benvenuto ma non può essere una strada esclusiva, altrimenti non più di supporto operativo si tratta ma di ostacolo all’esercizio dei diritti. L’interessato ha la libertà di attivarsi come preferisce, lo sancisce l’art. 12 GDPR, purché la richiesta sia intellegibile, non ingiustificatamente eccessiva o infondata. Non era questo il caso, pare”.

“Quanto al perimetro della richiesta, dopo la prima richiesta di precisazione, di restrizione dei possibili dati – in sé lecita, ripetiamo –, la Banca avrebbe comunque dovuto dar corso alla raccolta di tutti i dati come reiteratamente richiesti dall’interessato, magari precisando gli ambiti nei quali non sarebbe potuto essere effettuato o se fosse necessario estendere le tempistiche di replica (fino a tre mesi totali) per la complessità operativa”, prosegue Michinelli. Infine, “il comma 4 dell’art. 12 GDPR ben chiarisce che anche quando non possa/voglia fornire le informazioni richieste, il titolare deve comunque motivare e segnalare la possibilità di reclamo al Garante e di ricorso alla giustizia ordinaria. Non farlo, come in questo caso,  configura una palese violazione”.

La decisione del Garante

Ritenendo quindi sussistenti le violazioni al GDPR, il Garante ha sanzionato Unicredit per 70.000 euro. Ha invece ritenuto che la società abbia svolto in modo conforme alle norme le attività di rettifica svolte sul fascicolo del dipendente in relazione alla sentenza di illegittimità della sanzione disciplinare e del giudizio negativo del 2008.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5