Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ESPERTO RISPONDE

Prevenire il furto di dati aziendali da parte di dipendenti infedeli: quali misure di sicurezza adottare

11 Dic 2018

Gaia Rizzato

Trainee Information & Cyber Security presso P4I – Partners4Innovation

Marco Rizzi

Information & Cyber Security Advisor presso P4I – Partners4Innovation


DOMANDA

Quali sono le misure di sicurezze che possono utilizzare le aziende per prevenire il furto di dati da parte di dipendenti infedeli?

RISPOSTA

Le misure di sicurezza da adottare per un’azienda possono variare a seconda della quantità e della tipologia dei dati che vengono trattati. Principalmente è buona condotta avere una policy aziendale interna che permetta di poter stabilire ruoli di privilegio e competenze, accessibilità ai dati trattati (sistema di privilegi minimi) e condotte concesse all’interno del posto di lavoro. Ciò permetterebbe di poter avere un quadro completo sulla sicurezza aziendale delle informazioni trattate.

Tutelare i propri dati, comunque, è possibile non solo mediante l’applicazione di precise policy aziendali, ma utilizzando software più sicuri e mediante una struttura di rete interna protetta e monitorata, possibilmente dall’esterno e in modo esclusivo. È consigliabile utilizzare la cifratura dei dati e dei supporti di archiviazione e implementare un sistema di disaster recovery basato sulla creazione di backup preferibilmente allocati in posti fisici diversi. Monitorare nei limiti della legalità le attività lavorative dei dipendenti senza violarne la privacy è un’ulteriore modalità per garantire la sicurezza dei dati.

Mandate i vostri quesiti ai nostri esperti

Quesiti legal: espertolegal@cybersecurity360.it

Quesiti tecnologici: espertotech@cybersecurity360.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5