Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cybercrime all’attacco dell’IoT: come proteggersi con soluzioni e alleanze

19 Apr 2018

Gli ambienti industriali, che dipendono da sistemi legacy personalizzati, affrontano nuove sfide di sicurezza come quelle legate ai dispositivi industriali connessi, ai sensori, alle operazioni di manutenzione e riparazione da remoto. Più in generale è tutto il mondo dell’Internet of Things che è investito da innumerevoli e crescenti cyber-minacce. Nell’articolo Sicurezza nell’Internet of Things: le tecnologie chiave di protezione si evidenziano, sulla base di studi Forrester, quali sono le tecnologie più adatte a questo contesto.

Mentre nell’articolo Verso un IoT di nuova generazione sicuro e intelligente vengono analizzate 6 aree dove è indispensabile il miglioramento tecnologico o la creazione di nuovi approcci per un IoT di nuova generazione, capace di affrontare le sfide: la connettività, l’elaborazione, la memorizzazione, i sensori, l’attuazione e la sicurezza.

Nell’articolo Cybersecurity nell’internet delle cose: tutte le caratteristiche fondamentali vengono messi a confronto, dal punto di vista delle problematiche di security, il mondo IT dove le entità da proteggere sonole informazioni e quello IoT dove si tratta di proteggere le funzioni (oltre che le informazioni). Nasce proprio da queste esigenze il “charter of trust” sulla cybersecurity presentato a Monaco di Baviera qualche settimana fa che riunisce attorno a dieci proposte i big internazionali della digital economy; l’iniziativa è dettagliatamente illustrata nell’articolo Monaco, patto sulla cyberscurity tra i big del digitale: fari puntati sull’IoT.

A cura di Patrizia Fabbri, ZeroUno

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5