Sistemi di controllo degli accessi contactless: i vantaggi delle credenziali smartphone - Cyber Security 360

SOLUZIONI PER LE IMPRESE

Sistemi di controllo degli accessi contactless: i vantaggi delle credenziali smartphone

I sistemi di controllo degli accessi contactless basati sull’uso di credenziali mobile offrono numerosi vantaggi in termini di sicurezza, privacy e convenienza, garantendo versatilità a qualsiasi tipo di azienda, indipendentemente dalla dimensione e dal settore di riferimento

24 Mar 2021
B
Claudio Bellino

Country Manager per l’Italia di 2N Telekomunikace

Le misure di sicurezza per la Covid-19 stanno spingendo le organizzazioni e le aziende a riconsiderare il loro approccio al controllo degli accessi nei propri edifici e a utilizzare una tecnologia come quella dei sistemi contactless che garantisca un ambiente di lavoro sicuro per tutti i dipendenti.

La pandemia ha aperto nuove sfide soprattutto nel contesto degli immobili in cui risiedono più aziende e dove i punti di contatto sono ad alta frequenza.

Controllo degli accessi contactless: cosa sono

Dal momento che pare passerà ancora diverso tempo prima di poter tornare a una parvenza di normalità e che le persone necessitano di riprendere le proprie abitudini, dovremo imparare a convivere con il virus e sarà quindi necessario mettere in atto misure più rigorose, per ridurre i rischi. Un esempio sono i sistemi di controllo degli accessi contactless.

WEBINAR
Approccio Zero Trust: quanto è importante in un progetto di security? Scoprilo nel live
Sicurezza
Cybersecurity

Le key card e i tastierini numerici che molti utilizzavano per accedere all’ufficio non avranno più posto negli edifici del futuro. Infatti, il virus può rimanere vitale su queste superfici per diverse ore, aumentando così il rischio di diffusione del contagio. I sistemi di accesso mobile eliminano la necessità di condividere le superfici, fornendo quindi un’esperienza di accesso all’ufficio sempre sicura e protetta.

Il mercato delle credenziali mobile

Nel 2018, i tassi di crescita dei download annuali di credenziali mobile in tutto il mondo hanno superato il 150% e la dimensione del mercato è cresciuta fino a quasi 4,1 milioni di download. Entro il 2023, le credenziali mobile diventeranno il 14% del totale delle credenziali emesse annualmente (rispetto all’1% attuale) e rappresenteranno un’importante alternativa alle credenziali fisiche in tutto il mondo. IHS Markit ha rilevato che i download annuali di credenziali mobili hanno superato i 9,8 milioni nel 2019, i 20 milioni nel 2020 e prevede che arriveranno a 120 milioni entro il 2023.

A causa dei timori diffusi, in termini di privacy e sicurezza, nei confronti della tecnologia di riconoscimento facciale e grazie al fatto di offrire ai datori di lavoro una soluzione efficace e conveniente senza contatto per il proprio personale, le credenziali mobile sono considerate sempre più un’alternativa credibile e sicura ai touchscreen e alle key card.

Vantaggi dei sistemi di controllo degli accessi contactless

In questo momento storico, comunque, i vantaggi dei sistemi di controllo degli accessi contactless, del controllo remoto degli accessi dei visitatori e dei videocitofoni a distanza sono sempre più evidenti.

Ad esempio, assistiamo già a un aumento considerevole della gestione via smartphone delle consegne a domicilio di generi alimentari e altri articoli.

L’uso di una tecnologia innovativa può dare alle persone la tranquillità di continuare a ricevere consegne a domicilio in modo sicuro e conveniente in ogni momento.

Anche da remoto, un’app connessa al video-citofono permette all’utente di abilitare l’accesso dei fattorini o di altri visitatori in determinate aree dell’edificio, per una consegna sicura, che sia l’atrio di un condominio o l’ingresso di un’azienda. Inoltre, questa tecnologia è facile da installare per chiunque, semplicemente collegandosi al Wi-Fi.

In generale, questi sono i principali vantaggi dell’uso dello smartphone nella gestione del controllo degli accessi negli uffici:

Convenienza

Le persone fanno sempre più affidamento al proprio smartphone in qualsiasi occasione. Le carte fedeltà dei negozi, per esempio, sono sostituite dalle app, così da non dover riempire il portafogli o la borsa di carte.

Lo stesso vale per il controllo degli accessi: le credenziali mobile di oggi usano il Bluetooth, che è supportato da tutti i produttori di smartphone, ed è quindi disponibile praticamente per tutti coloro che hanno un dispositivo intelligente.

Inoltre, rappresentano un fattore di convenienza anche per gli amministratori. Le credenziali mobile, infatti, possono essere generate rapidamente e rilasciate in remoto all’utente e sono facilmente sostituibili in caso di perdita o furto dello smartphone.

Oltre a consentire l’ingresso tramite app, molti di questi sistemi offrono altri mezzi per l’abilitazione degli accessi. La modalità “prossimità” senza contatto permette di aprire la porta con la sola presenza del dispositivo mobile nelle vicinanze del lettore.

Una modalità “a basso contatto”, più sicura, richiede invece un’ulteriore conferma dell’utente che deve cliccare l’autenticazione Bluetooth sul lettore. In alcuni casi, questo può essere possibile anche se si indossano guanti o abiti spessi.

Riduzione dei contatti

La Covid-19 ha portato nuove sfide per gli edifici aziendali in cui i contatti sono più numerosi e frequenti. Le credenziali per smartphone offrono una soluzione contactless efficace e conveniente per il controllo degli accessi che riduce i rischi per la sicurezza degli utenti finali.

Stabilendo una comunicazione sicura e criptata col lettore tramite l’utilizzo di Bluetooth Low Energy (BLE), le credenziali mobile non richiedono neanche una conferma visiva.

Senza questa limitazione, sono adatte anche ai casi in cui l’accesso avviene tramite veicolo. Non serve scendere dall’auto e sostare di fronte a una telecamera, poiché è sufficiente aprire l’app e attivare a distanza i cancelli, la porta del garage o la barriera del parcheggio.

Sicurezza

Nessuna tecnologia di controllo degli accessi, per quanto conveniente, può scendere a compromessi in termini di sicurezza. Fortunatamente, le credenziali Bluetooth possono utilizzare gli standard di crittografia “Government grade” (AES128), assicurando che la comunicazione sia completamente sicura.

Inoltre, la perdita di tessere fisiche è più comune – diverse ricerche stimano una media di quasi il 20% di card aziendali perse in un anno – mentre gli individui sono di norma molto più propensi a notare se il loro smartphone sparisce. I telefoni hanno anche caratteristiche di sicurezza integrate che ne impediscono l’uso improprio nel caso in cui vengano rubati.

Costo

Le smart card per il controllo degli accessi costano tipicamente tra i 5 e i 10 euro, ma possono essere vendute anche al doppio.

Anche la loro sostituzione comporta dei costi, a differenza delle credenziali via smartphone. I lettori Bluetooth sono relativamente poco costosi e possono essere facilmente distribuiti per controllare l’accesso a singole stanze o zone, per facilitare il compito degli amministratori che spesso devono tenere sotto controllo gli accessi in tutto l’edificio e non solo gli ingressi principali dotati di videocitofono.

Privacy

Le credenziali smartphone non sono legate a nessuna caratteristica fisica immutabile dell’utente a cui sono associate, quindi se un telefono viene perso o rubato, le credenziali che contiene sono facilmente sostituibili.

Lo stesso non vale nel caso del riconoscimento facciale o delle impronte digitali, poiché i dati biometrici sono immutabili.

Questo significa anche che le credenziali mobile non devono affrontare le sfide normative che stanno ostacolando la crescita della tecnologia biometrica.

Competitività

Il settore immobiliare è destinato a diventare ancora più competitivo a seguito del COVID-19, per cui qualsiasi tecnologia che possa attirare nuovi potenziali clienti sarà apprezzata.

Le credenziali smartphone sono ancora considerate trendy e innovative e quindi possono dare ai gestori immobiliari un vantaggio competitivo.

Sistemi di controllo degli accessi contactless: un caso d’uso

Le credenziali mobile, infine, garantiscono versatilità a qualsiasi tipo di azienda, indipendentemente dalla dimensione e dal settore di riferimento, in risposta alle esigenze specifiche degli edifici e alle richieste degli amministratori in termini di controllo degli accessi.

Un esempio è dato da una concessionaria automobilistica di Praga: showroom e servizio di assistenza coprono un’area di quattromila metri quadri cui accedono oltre 100 dipendenti. Era dunque necessario adottare un sistema di accesso affidabile e Bluetooth per sostituire le carte d’accesso e fornire autorizzazioni predefinite ai diversi dipendenti, che fosse semplice da installare e gestire e prestasse particolare attenzione al design e alla qualità dei materiali.

Con le credenziali smartphone ora i dipendenti possono accedere agli edifici in modo affidabile, veloce e sicuro, tramite 40 unità di accesso Bluetooth dal design elegante e di lusso, installate agli ingressi.

L’accesso è consentito sulla base di autorizzazioni specifiche per gli uffici amministrativi, lo showroom e le altre aree dell’azienda, semplicemente con un clic della app o toccando il lettore.

La reception, inoltre, può comunicare a distanza con eventuali visitatori tramite i videocitofoni smart e l’intera configurazione è gestibile centralmente in modo intuitivo, grazie a un’interfaccia grafica con la quale è possibile modificare i permessi di accesso, registrare gli orari e le presenze e molto altro.

WHITEPAPER
La Sicurezza Cloud che non può MAI mancare. Qui tutti i dettagli
Cloud
Cybersecurity
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4