NAVIGAZIONE SICURA

Chrome 83, migliorano i controlli privacy e sicurezza: tutte le novità del browser Google

Google ha rilasciato Chrome 83, la versione desktop del suo browser che ora integra notevoli miglioramenti per quanto riguarda i controlli privacy e sicurezza, oltre ad alcune caratteristiche attese da tempo dagli utenti. Ecco tutti i dettagli della nuova release

20 Mag 2020
Paolo Tarsitano

Editor Cybersecurity360.it


Chrome 83 è disponibile sul canale di rilascio Stable: oltre ad alcune caratteristiche attese da tempo dagli utenti, la nuova versione desktop del browser Google integra importanti miglioramenti nei controlli privacy e sicurezza, accessibili ora attraverso una sezione dedicata dell’interfaccia grafica completamente riprogettata con comandi più facili e ottimizzata per garantire una migliore configurabilità.

Tra le novità, Chrome 83 offrirà un migliore controllo sui cookie, una nuova funzione Controllo di sicurezza (Safety Check nella versione inglese), impostazioni di DNS-over-HTTPS (DoH) migliorate e una più efficace protezione delle password memorizzate nel browser.

Il controllo Cancella dati di navigazione, inoltre, è stato spostato in alto nella sezione Privacy e sicurezza in modo da essere più facilmente raggiungibile.

Curioso notare che Google ha deciso di “saltare” la versione 82 di Chrome a causa della pandemia di Covid-19 per concentrarsi sullo sviluppo di Chrome 83. A questo punto, è facile ipotizzare che la versione 84 sarà presto disponibile come beta, mentre la 85 sarà la prossima versione “Canary”.

Il browser controllerà automaticamente il nuovo aggiornamento e lo installerà appena sarà disponibile per la propria regione geografica. Molte delle nuove funzioni di sicurezza non saranno dunque subito visibili, ma verranno attivate nelle prossime due settimane.

In alternativa, gli utenti Windows, Mac e Linux possono provare ad aggiornare manualmente a Chrome 83 accedendo al menu Impostazioni/Aiuto/Informazioni su Google Chrome.

Chrome 83: più privacy e migliore gestione dei cookie

Sono ben 38 le vulnerabilità corrette da Google in Chrome 83, di cui alcune scoperte anche grazie al supporto di ricercatori di sicurezza esterni.

Inoltre, come dicevamo, in Chrome 83 Google ha rivisto completamente i sistemi di sicurezza aggiungendo numerosi miglioramenti che mirano ad aiutare gli utenti a proteggere i loro dati e quindi la privacy online.

Tutte le impostazioni relative alla privacy e alla gestione dei cookie sono state riorganizzate per facilitare la ricerca e la configurazione del browser.

I controlli di sincronizzazione sono ora rinominati in Tu e Google e consentono di specificare quali dati vengono condivisi con Google e memorizzati nel proprio account e quali invece vengono sincronizzati tra i vari dispositivi personali sui quali il browser è installato.

LIVE STREAMING 11 GIUGNO
Security Intelligence: investire in sicurezza per prevenire i rischi
Intelligenza Artificiale
Sicurezza

Per quanto riguarda la privacy durante le navigazioni online, il cambiamento più importante è nell’interfaccia di gestione dei cookie che è stata completamente ridisegnata per consentire un controllo più facile su quali accettare e memorizzare nel browser.

In particolare, nella modalità Incognito Chrome 83 bloccherà i cookie di terze parti per impostazione predefinita e cancellerà automaticamente tutti quelli memorizzati ogni volta che si chiude la finestra del browser. Sarà comunque possibile accettare i cookie di terze parti sui singoli siti che si visitano semplicemente cliccando sull’icona a forma di occhio presente nella barra degli indirizzi.

Maggior controllo delle impostazioni di sicurezza

Un’altra delle novità più importanti di Chrome 83 è il nuovo modulo Controllo di sicurezza che, ad ogni avvio del browser, verificherà che i dati salvati siano sicuri e non siano stati compromessi.

La nuova funzione controllerà anche che password e credenziali di accesso non siano state compromesse in qualche data breach, che sia installata l’ultima versione del browser, che non siano installate estensioni dannose e che la modalità Safe Browsing sia abilitata per effettuare un controllo in tempo reale degli URL visitati e scongiurare la presenza di minacce note.

In Chrome 83 sono state riprogettate anche le impostazioni per il DNS-Over-HTTPS, accessibili in una nuova sezione dedicata accessibile dal menu Privacy e sicurezza/Altro. Nella schermata che appare è possibile abilitare il DoH e utilizzarlo con il proprio provider DNS oppure selezionarne uno preconfigurato: in particolare, è possibile scegliere tra i DNS di Google (Public DNS), Cloudflare (1.1.1.1), CleanBrowsing (filtro famiglia) o Quad9 (9.9.9.9.9).

Chrome 83: migliorata anche l’usabilità

Interessanti anche i miglioramenti per quanto riguarda l’interfaccia grafica del browser.

In Chrome 83 è ora possibile creare gruppi per le schede di navigazione in modo da ottimizzarne il browsing. Questi gruppi di schede possono poi essere spostati come un elemento all’interno della finestra del browser o inviati ad un’altra finestra.

Rinnovato, infine, anche il menu delle estensioni del browser ora accessibile dalla barra degli strumenti di Chrome 83 con un semplice clic sull’icona dedicata che apre un menu a tendina in cui vengono elencate tutte le estensioni già installate e dal quale è possibile gestirle.

Ogni estensione avrà quindi un sottomenu dedicato in cui sarà possibile rimuoverla, configurare le sue opzioni o fissarla sulla barra degli strumenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5