L'ANALISI TECNICA

Sanità, attacco informatico al Fatebenefratelli Sacco di Milano: i dati sono online

Il gruppo criminale Vice Society, che all’inizio dello scorso mese di maggio ha colpito i presidi ospedalieri dell’Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano, ha ora rivendicato l’attacco con la pubblicazione online dei dati. Documenti sensibili di pazienti esfiltrati sono ora esposti

22 Giu 2022
F
Dario Fadda

Research Infosec, fondatore Insicurezzadigitale.com

Il gruppo criminale Vice Society ha rivendicato l’attacco informatico contro l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco di Milano che, lo scorso primo maggio 2022, ha reso indisponibili i sistemi gestionali informatici degli ospedali Sacco, Fatebene, Buzzi e Macedonio Melloni di Milano.

“L’attacco di cui discutiamo è inquietante per molteplici motivi, in primis perché ad esser presi di mira ancora una volta sono i servizi di una struttura sanitaria. Purtroppo, gli eventi degli ultimi mesi hanno dimostrato quanto sia basso il livello di sicurezza di molti ospedali italiani, con drammatiche ripercussioni su pazienti”, ci dice Pierluigi Paganini, analista di cyber security e CEO Cybhorus.

Aggiornamento del 22/06/2022

La rivendicazione dell’attacco informatico contro l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco di Milano da parte del gruppo criminale Vice Society ha reso possibile accertare la tipologia ransomware dell’attacco stesso. Vice Society è infatti tristemente noto proprio per l’utilizzo del software malevolo in grado di cifrare tutti i documenti con i quali riesce ad entrare in contatto, per poi chiederne riscatto ed eventualmente esporli a trattativa fallita.

Un data breach importante quello a cui stiamo assistendo. È esattamente ciò che è successo ai dati dell’ospedale Macedonio Melloni, Fatebenefratelli e Sacco di Milano che al momento sono stati esposti pubblicamente, evidenziando grandi raccolte di documenti sensibili riportanti dati sanitari di pazienti, anche minori. Ma anche dati personali relativi ai dipendenti, documenti fiscali e decisionali dell’ASST che non dovrebbe essere pubblici, proprio per la loro sensibilità.

L’archivio è corposo e, come spesso accade in questi casi, conta unicamente cartelle e dati riportanti documenti, indizio che fa ipotizzare l’aver preso di mira uno o più fileserver, probabilmente anche per il tramite di cartelle condivise nelle singole postazioni dell’ente sanitario. In effetti sono stati esposti anche i nomi di queste cartelle, alcune delle quali riporta proprio il nome che il sistema operativo assegna come etichetta all’unità di condivisione file, quando viene “montata”.

Fatebenefratelli Sacco di Milano, pronto soccorso a rilento

La conseguenza dell’attacco è stato che i sistemi informativi degli ospedali sono in tilt, mentre il personale medico e sanitario è costretto a ricorrere a carta e penna per la registrazione di pazienti, cure e medicinali somministrati.

WHITEPAPER
Perché impostare una strategia di manutenzione dei server?
Datacenter
Sicurezza

I disagi per i pazienti sono stati immediati, già dalla giornata del primo maggio: il disservizio si sta protraendo anche nella giornata di oggi e si prevede anche per tutto domani 3 maggio. Evidenti ritardi, infatti, si stanno accumulando nella gestione delle emergenze del pronto soccorso e del Macedonio Melloni, nonché dell’ospedale dei bambini Buzzi.

Alla gestione affidata unicamente a carta e penna si affianca anche l’irreperibilità delle informazioni precedentemente archiviate: cure in svolgimento, medicine da somministrare o somministrate in passato e nessun accesso alle cartelle cliniche. Tutte informazioni essenziali per lo svolgimento del lavoro del personale sanitario, ora in grosse difficoltà vista l’indisponibilità.

La nostra analisi dell’attacco informatico al Fatebenefratelli Sacco di Milano

Al momento dell’attacco lo scorso primo maggio 2022 non erano apparse rivendicazioni da parte di gruppi criminali relative all’incidente contro l’Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano. Tuttavia, stando alle note rilasciate a mezzo stampa, sembra poter essere un ransomware la causa del disastro nella struttura sanitaria.

In una nota si parlava, infatti, di “cartelle cliniche criptate”, perciò indisponibili, che sappiamo essere il primo segnale comportamentale di un attacco di tipo ransomware. Nel caso venisse verificata questa ipotesi, seguirà quasi sicuramente una rivendicazione e/o un’eventuale esposizione di dati rubati durante le fasi dell’attacco.

Va detto che l’Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano ha prontamente reagito all’attacco con segnalazione alle autorità competenti, tra le quali la Polizia Postale che sta supportando il ripristino dell’operatività. Nonostante ciò, ad ora, i tempi di risoluzione non sono definibili e sembra si debba ancora lavorare a oltranza per sistemare il danno creato, nella giornata del 2 maggio e anche tutta la giornata di domani.

“Un aspetto preoccupante dell’attacco è che le informazioni per accedere alla rete dell’ospedale siano state messe in vendita nell’underground criminale almeno da gennaio. Ciò significa che qualcuno è riuscito ad avere accesso ai sistemi della struttura ospedaliera prima di gennaio per poi rivendere tali accessi a terze parti, ovvero a coloro che poi hanno realizzato l’attacco”, ci dice ancora Pierluigi Paganini.

Access as a service per ransomware

L’analista fa notare, inoltre, come “il modello di Access-as-a-Service è sempre più utilizzato dai criminali informatici, soprattutto dalle varie operazioni ransomware che si riferiscono ad access broker per selezionare le proprie vittime ed avere le informazioni per accedere alle loro strutture. In questo modello gli attacchi sono rapidi ed efficaci, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti”.

All’ipotesi del ransomware si affianca tuttavia anche la possibilità di esser stati colpiti da attacchi rinvenienti dalla cyberwar correlata alla crisi russo-ucraina: “altro nodo sciogliere è relativo all’attribuzione dell’attacco nonché alla sua motivazione, la principale preoccupazione è quella che si possa trattare di una operazione connessa ad attori coinvolti nelle dispute cyber tra Ucraina e Russia”, sottolinea Paganini.

Articolo pubblicato il 2 maggio 2022 e aggiornato in seguito alla rivendicazione dell’attacco da parte del gruppo criminale Vice Society

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5