Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ESPERTO RISPONDE

Chiavi di crittografia sui PC portatili aziendali: a chi spetta il compito di conservarle?

29 Ott 2018

Guglielmo Troiano

avvocato, P4I


DOMANDA

In un’azienda, chi deve conservare le chiavi di crittografia dei PC portatili? L’amministratore di rete? I singoli utenti conservano la propria?

DdA

RISPOSTA

La corretta conservazione delle chiavi crittografiche dei PC portatili è, in generale, un obbligo da far ricadere sull’azienda in veste di titolare del trattamento dei dati presenti sul PC del proprio dipendente/collaboratore.Tale obbligo rientrerebbe nell’obbligo generale di assicurarsi che le misure tecniche ed organizzative (tra le quali rientra la cifratura dei dati) siano sotto il controllo del titolare del trattamento secondo quanto previsto dall’art. 32 del GDPR.

A seconda poi di come e quanto sia complessa l’organizzazione dell’azienda, quest’ultima potrà stabilire che, in particolare, le chiavi di cui si tratta siano gestite da uno o più soggetti, che potrebbero pacificamente identificarsi nella figura dell’amministratore di sistema rete/sistema.

Mandate i vostri quesiti ai nostri esperti

Quesiti legal: espertolegal@cybersecurity360.it

Quesiti tecnologici: espertotech@cybersecurity360.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5